Archivio

“L’Energia del Teatro” a Camponogara con la nuova rassegna teatrale per famiglie

CAMPONOGARA. “L’Energia del Teatro” arriva a Camponogara il 9 dicembre con la nuova rassegna teatrale dedicata alle famiglie che si terrà al teatro comunale Dario Fo, in Piazza Castellaro. L’assessorato alla Cultura di Camponogara, per la prima volta nella provincia di Venezia, con la direzione artistica di “Febo Teatro”, e il sostegno di “Antenore Energia”, porterà in scena tre spettacoli dedicati a bambini e ragazzi.

La rassegna gratuita, sosterrà l’associazione “Uniti per crescere” grazie alle offerte libere degli spettatori. Con i fondi raccolti, “Febo Teatro” organizzerà uno spettacolo teatrale dedicato a tutti quei bambini e ragazzi speciali che, affetti da malattie gravi, solitamente non potrebbero godere della magia del teatro.

«I nostri spettacoli – spiega Gianluca Meis, direttore di Febo Teatro- oltre al divertimento, trattano di importanti temi sociali d’attualità, riportando in scena con leggerezza la finalità educativa del teatro». Un progetto fortemente voluto dall’assessore alla Cultura, Massimiliano Mazzetto: «Chiudiamo con questo passo – spiega Mazzetto- dedicato ai più giovani un impegno durato 10 anni durante il quale con diversi progetti abbiamo dato forza all’offerta di prosa, musica e danza del nostro teatro comunale. Ringrazio tutti colori che ci hanno creduto, Gianluca Meis, direttore di “Febo Teatro”, per a fiducia data a Camponogara e Antenore Energia, senza i cui appoggio finanziario, nulla sarebbe stato possibile». 

Gli spettacoli si terranno tutti alla domenica, alle ore 16.30: si parte il 9 dicembre con “La lampada dei desideri”, di Claudia Bellemo. Una storia di Aladino rivista ai giorni nostri con una riflessione sull’importanza di impegnarsi per raggiungere i propri sogni. Il 6 gennaio andrà in scena “Buongiorno vecchia signora!”, di Pascal Teulade e Jean-Charles Sarrazin, con una trama senza parole ma piena di significati e, per chiudere, il 3 febbraio “Le follie di Dracula”, per la regia di Nicola Perin, uno spettacolo pieno di magia, ma anche di coraggio e libertà.

Gaia Bortolussi 

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close