“Ea stansa dea cipria” a Casa Goldoni

Per il Carnevale 2018 Creatum civitas ludens, il Museo Casa Goldoni della Fondazione Musei Civici ospita un nuovo evento dal sapore antico, Ea stansa dea cipria: una nuova veste per il carnevale. Da mercoledì 7 a venerdì 9 febbraio, verrà allestito per l’occasione un camerino prodigioso. In esso il pubblico potrà ritrovare, nel breve attimo della finzione teatrale, la propria maschera. Il progetto nasce da quel vulcano di idee che è il regista veneziano Mattia Berto e l’attrice Nora Fuser.

L’idea

Su cosa si fonda Ea stansa dea cipria? Dichiara Berto: «Prima di tutto vorrei che il Carnevale tornasse alle persone, quindi che coinvolgesse di più i veneziani. Penso alle ragnatele di Donato Sartori o alle edizioni del mio maestro Maurizio Scaparro». Come dargli torto. Bei tempi quelli, quando si guardava più alla qualità che ai numeri nell’organizzazione del Carnevale. «Poi vorrei che le persone ricominciassero a indossare le maschere. Vorrei che tornasse tra la gente la dimensione ludica del Carnevale, ormai lontana».

I partecipanti troveranno allora nel “camerino dalla soglia magica”, quasi uno stargate nel Settecento, tanti oggetti per trasformarsi. Ci saranno parrucche, maschere, corsetti, gonne, profumi, cipria, ventagli e molto altro ancora. Nora Fuser, in una dimensione onirica e astratta e nei panni della maschera regina, guiderà lo spettatore nella propria metamorfosi. Essa gli darà, tramite il travestimento e altri espedienti, una nuova identità. Sarà un’esperienza performativa che renderà il visitatore attore, permettendogli, nel breve tempo del carnevale, di mostrarsi forse più “vero” che mai.

L’evento ha un predominante carattere installativo. Vi convivono diverse anime. Giorgio De Marchi contribuisce con le sue maschere; le acconciature illustrate sono dello stilista Ildo Bonato; Giuseppe Drago cura il video tutorial; l’ambiente è stato creato grazie alla generosità dell’antiquario Umberto Guarinoni; la grafica di Benedetta Virtute.

L’ingresso è gratuito. Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento dei posti disponibili. Si accede dalle 15 alle 17 e dalle 19 alle 22 per la durata di venti minuti e per un massimo di cinque spettatori per volta.

Casa di Carlo Goldoni
Per prenotazioni tel. 0412759325, email: segreteria.casagoldoni@fmcvenezia.it

Luca Benvenuti