Cultura e spettacolo

Economia in crescita e integrazione: realtà o utopia? Se ne parla a Insieme – Idee e Persone

Tanti ospiti e tematiche interessanti, come l’andamento dell’economia italiana e l’efficienza dello ius soli, sono stati i protagonisti della puntata di Insieme – Idee e Persone del 29 marzo.

Gli ospiti

Nella puntata di questa settimana sono stati in studio: Luciano Gavin, sindaco di Grantorto (PD). Stefano Paesante, patto per l’autonomia Veneto. Vincenzo Schirripa, consigliere comunale di Marcon (VE) per Forza Italia. Andrea Follini, consigliare comunale di Marcon (VE) del Partito Socialista Italiano. Martina Rocchio, candidata sindaca di Curtarolo (PD) della Lega. Giovanni Tonella, presidente dell’assemblea regionale del Veneto per il Partito Democratico.

Prima di entrare nel vivo della discussione, il presentatore Vincenzo Lovino ha mandato in onda un video nel quale esorta il premier Matteo Salvini a ricordarsi degli imprenditori italiani, i quali soffrono la situazione attuale della politica italiana e hanno bisogno di un governo presente, con meno burocrazia e più efficienza.

Economia k.o. Hanno ragione i gufi?

Grazie al video, ci si è collegati al primo tema della serata, cioè la difficolta dell’economia italiana al giorno d’oggi.

Stefano Paesante ha criticato la flat tax, dicendo che ha un effetto limitato che non va a influire in una vera e propria ripresa economica.

Giovanni Tonella ha espresso scetticismo verso il governo attuale: è necessario fare un’analisi complessiva delle manovre economico-finanziare, le quali avevano lo scopo di dare una spinta verso la ripresa e la crescita economica, e al tempo stesso bisogna combattere il senso di malessere vissuto da gran parte degli italiani.

Andrea Follini conferma la preoccupazione degli imprenditori italiani, e quindi che ci sia la necessità di lavorare sulla concretezza, riducendo la burocrazia inutile.

Infine, Vincenzo Schirripa ha sottolineato come i giovani non abbiano bisogno di misure come il reddito di cittadinanza, ma bensì di nuovi posti lavoro, di poter credere nel paese e di avere prospettive più rosee del loro futuro in Italia.

Ius soli: privilegio o integrazione?

In seguito, si è passati a parlare dello ius soli e al tema dell’integrazione in Italia.

Luciano Gavin ha sottolineato come si sia data opportunità pari, a italiani e a stranieri, ma che lo ius soli sia uno strumento che in realtà crei delle differenze tra cittadini e crei aspettative sempre maggiori per gli extracomunitari.

Martina Rocchio ha espresso il pensiero della lega in merito: la “cittadinanza” non deve essere solo uno status che si acquisisce per autonomismi, ma deve essere un traguardo di responsabilità che includa diritti e consapevolezza. Per parlare di integrazione è necessario che gli stranieri abbiano questo bagaglio di conoscenza, diritti e doveri legati all’essere cittadini italiani, creato durante un percorso.

Infine, secondo Vincenzo Schirripa, ci sono esempi di integrazione di stranieri nella società italiana, ma non bisogna dimenticare di analizzare tutte quelle realtà familiari che, sotto diversi punti di vista, non si riconoscono nella linea di pensiero italiano.

Il prossimo appuntamento

Non perdetevi la prossima puntata di Insieme Idee e Persone, talk show in onda ogni venerdì alle 21.00 sul canale 84 di Canale Italia.

Vi ricordiamo che potrete rivolgere domande agli ospiti scrivendo un messaggio attraverso la fan page di Facebook o partecipare alle dirette in studio scrivendo una mail a: casting@exozero1.it

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close