Elio e le Storie Tese “celebrano” a Padova il loro ultimo concerto d’addio.

Padova: sabato 21 aprile il “Tour d’Addio 2018” di Elio e le Storie Tese è sbarcato alla Kione Arena di Padova. L’attesa dei fans è stata ampiamente soddisfatta, la band ha dato spettacolo con un o show esilarante e all’altezza del mitico Elio che ha riportato sul palco i brani che storicamente lo ha reso famoso.

Un palazzetto con qualche posto libero, non è forse quello che la band si aspettava, ma più di una tappa è stata annullata e alcune location sono state cambiate, il motivo…è top secret…ma di certo ha creato qualche polemica tra i suoi fans.

Il “Tour d’Addio” degli Elio e le Storie Tese è arrivato alla Kioene Arena di Padova, per “un motivo a dir poco celestiale” ha afferma lo stesso Stefano Belisari in arte Elio, qualche giorno del concerto. Un video lanciato sui social ha svelato, in pieno stile della band, una leggenda che nessuno conosceva. Il racconto mitologico vuole che il 21 aprile del 1988 Sant’Antonio sia apparso al contadino Luigi Kioene, mentre zappava la sua terra. “Sulla tua terra devi erigere un’arena che ospiterà band eccezionali” disse il Santo “ma soprattutto che possa essere il teatro adatto al concerto d’addio di una grande band”. E fu così dopo trent’anni la profezia si è potuta avverare: e questa idilliaca band, formata nel 1980, ha potuto celebrare il loro scioglimento.

Il live inizia e subito si percepisce l’originalità dello show, una voce fuori campo (quella di “Carmelo” Cosma) inizia un’omelia funebre che annuncia lo scioglimento del gruppo.

La scaletta è ricca di brani, da “Servi Della Gleba”, “La Vendetta del Fantasma Formaggino”, “Cateto”, per proseguire con il Pipppero e altri brani celebri degli Elii.

Presenza d’onore quella di Sir Oliver Skardy la voce storica dei Pitura Freska per cantare “Uomini col borsello (ragazza che limoni sola)”.  Immancabile presenza scenica quella del grande Mangoni, artista dichiarato ospite e per la sua totalità e professionalità “non uno degli Elio”. Lo showman ha dato spettacolo con travestimenti e interventi bizzarri per poi finire su un palo da lapdance per dare sfogo ad un ballo sexy per mandare in visibilio il pubblico femminile.

Elio chiude lo spettacolo passata la mezzanotte e saluta il suo pubblico per l’ultima volta con la certezza di aver lasciato il segno.

Per la band un po’ di amarezza per i cambi e le modifiche al tour, il concerto del 25 maggio alla Zoppas Arena di Conegliano (Treviso) annullato, mentre quello a Verona è stato spostato il 9 giugno e dall’Arena il cambio location lo vedrà al Teatro Romano. Gli Elio concluderanno con l’ultimo concerto il 29 giugno (Cuneo), dove sarà prevista la presenza straordinaria di Rocco Tanica al live. “Perché un addio a famiglia completa, si sa, è tutta un’altra cosa”, sarà sicuramente un finale di carriera fatto per bene in pieno stile Elio.

Al prossimo live.

Per www.ilsestantenews.it Alessio Marini

Foto Alessio Marini (AMProgettoImmagine)