Il sound di James Blunt conquista il pubblico di Padova

Causa previsioni meteo incerte il Gran Teatro Geox è tornato a riempirsi mercoledì 11 luglio, con l’attesissimo concerto del cantante inglese James Blunt e il suo “The Afterlove Tour”. Incertezza tra i fans per la riassegnazione dei posti a sedere, dopo l’annuncio di Zed di aver modificato la sede del concerto dall’ Arena Spettacoli (area all’aperto) alla tendo-struttura del Gran Teatro Geox. Situazione gestita senza grossi problemi dall’organizzazione, che ormai è ampiamente preparata a questo tipo di inconvenienti.

Concerto iniziato con il cantautore italiano Mattia De Simone, che con la sua chitarra acustica ha scaldato il pubblico. Il cantante napoletano, direttamente dal programma “TheVoice” ha proposto alcuni suoi singoli e ha concluso con il nuovo pezzo “quel singolo che non ho scritto io”. Prima del concerto De Simone ha dichiarato sui social: “Ho aspettato, sperato e sognato, ed è arrivato il momento: posso dire ora che sarò l’Opening Act dei concerti italiani di James Blunt !!!! Canterò dal vivo dei miei nuovi brani e soprattutto il mio nuovo singolo! Non vedo l’ora”.

Terminata la performance del giovane Mattia ha fatto la sua entrata James che non ha messo molto a caricare di energia la platea che lo ha accolto con entusiasmo accettando l’invito e si è scatenata con i pezzi più movimentati mentre si è emozionata con le romantiche ballate.

 

 

Il cantante inglese si è presentato sul palco carico, coinvolgendo i fans e invitandoli ad alzarsi in piedi e a cantare con lui ogni canzone, il pubblico accentando l’invito ha contribuito a far da coreografia allo show. Grande successo per Heart to heart”, momenti suggestivi ed emozionanti con “GoodbyeMyLover” e con la famosissima e attesissima “You’reBeautiful”. Ad aggiungere più emozione allo spettacolo una band di altissimo livello affiancata dallo stesso Blunt che si è divertito a suonare chitarre elettriche, acustiche e pianoforte. Un concerto bello da vedere e da ascoltare un live di altissimo livello degno di una star internazionale.

Sempre in prima fila da sotto il palco.

Pagina a cura di ZedLive! e Alessio Marini

Foto cedute in esclusiva al Sestante da Alessio Marini