Mirano: sguardi sulla fotografia contemporanea

Sono diverse le ragioni per cui ci innamoriamo di una foto. C’è chi viene rapito dalla bellezza del soggetto ritratto, chi ama rivedere quanto fosse bello da giovane, c’è poi chi prova a soffermarsi con lo sguardo sull’immagine cercando di comprenderne il significato nascosto.

C’è un qualcosa di magico nelle foto, un qualcosa di difficilmente esprimibile a parole che, dalla nascita della tecnica fotografica, ha incuriosito gli occhi e le menti di milioni di persone. E’ come se le foto bloccassero il tempo in un istante, imprimendo per sempre su di una pellicola un’immagine che scompare nel momento stesso in cui entra nell’occhio della macchina fotografica. Una sospensione del tempo, in cui il nostro sguardo ama perdersi alla ricerca di un qualcosa che non si esaurisce nella bellezza della visione.

Le tecniche fotografiche e i soggetti ritratti sono cambiati e si sono evoluti nel tempo. Dal 4 maggio Mirano rivolgerà il suo sguardo alla fotografia contemporanea attraverso una serie di mostre dedicate a professionisti e giovani promesse. Parte infatti “Miranofotografia”, un’iniziativa che ha lo scopo di promuovere la fotografia di qualità attraverso le opere e la presenza di professionisti affermati, giovani talenti, critici ed esperti del settore a livello locale e nazionale.

L’iniziativa si svolgerà da venerdì 4 maggio a domenica 13 maggio negli spazi della barchessa e della villa Giustiniani Morosini “XXV Aprile”. Le mostre saranno aperte da lunedì a venerdì dalle 15,30 / 19,30 e sabato e domenica dalle 10,00 /12,30 – 15,30 /19:30.  Dieci giorni per ammirare “la fotografia contemporanea”, sia per gli esperti che per chi vuole avvicinarsi ora a questo mondo. Da segnalare, in particolare, tre giornate:

Venerdì 4 maggio. Ore 17.30, inaugurazione delle mostre personali. Autori invitati: Alessio Boscolo, Franco Bovo, Mariateresa Crisigiovanni, Fausto Meli, Angelo Tassitano.

Dalla collezione Fausto Raschiatore, fotografie di Fabrizio Brugnaro e opere grafiche di Caterina Codato.

Aspetti della fotografia nel miranese: Sandro Bonaldo, Paolo Busolin, Mario Favaretto, Paola Poletto, Tommaso Saccarola, Willy Vecchiato.

Domenica 6 maggio. Portfolio non competitivo dalle 10.30 alle 19.30. Lettori: Riccardo Caldura, Manfredo Manfroi, Fausto Raschiatore, Luigi Viola, Michele Zaggia.

Sabato 12 maggio. Ore 16.00, incontro conferenza con la dott.ssa Lorenza Bravetta (consigliere 2017 del Ministero dei Beni Culturali MIBACT) e la prof.ssa Tiziana Serena (professore associato all’Università degli Studi di Firenze) sull’attuale profilo della fotografia in Italia. Coordinatore: Manfredo Manfroi.

Matteo Riberto