Notte Azzurra. Maerne si prepara alla festa

Tocca a Maerne. Il 23 giugno è la volta della Notte Azzurra che promette di non essere da meno delle altre serate miranesi che l’hanno preceduta. In cabina di regia, come sempre, i commercianti della città capitanati da Confcommercio. Sono 32 le attività commerciali impegnate nell’organizzazione dell’appuntamento che, da anni, fa divertire i cittadini di Spinea e i molti visitatori che vengono da fuori.

Il tema dell’edizione di quest’anno è “Sapori, musica e mestieri”. Negozi aperti fino a mezzanotte e ben 20 punti di intrattenimento dislocati lungo le quattro vie del centro. Concerti sotto le stelle, dj-set, Karaoke e una serie di iniziative legate agli antichi mestieri, soprattutto quelli manuali. Il menù è ricco, come ogni anno. Ci saranno anche la consueta gara di tiro alla fune, esibizioni di tamburi e percussioni, spettacoli di giocolieri ed una serie di animazioni pensate per i bambini. Poi il percorso enogastronomico: 11 tappe del gusto dove si potranno assaggiare pietanze insolite. Dal gelato alla lavanda al più tradizionale street food, passando per i cicchetti tradizionali.

«Anche quest’anno –spiega la delegata di Confcommercio a Maerne e presidente di Maerne Viva Francesca Trevisan– abbiamo contribuito al buon esito della manifestazione aderendo con entusiasmo e rinnovandoci con il tema degli antichi mestieri, che sarà la novità della serata. Un ringraziamento va ai commercianti, agli artigiani, imprenditori e professionisti che, nonostante tante difficoltà, credono che l’impegno di tutti possa essere anche divertimento».

La presentazione degli antichi mestieri sarà quindi una delle novità di quest’anno. Si potranno scoprire le antiche professioni che hanno caratterizzato la vita di Spinea.

Il centro di Maerne resterà chiuso al traffico a partire dalle 18. Per parcheggiare le auto saranno messi a disposizione i parcheggi di via Moro, Piazza Giotto, via Tasso e quelli degli impianti sportivi.

Matteo Riberto