Oltre la scena 2018-Giancarlo Del Monaco

Domenica 28 gennaio 2018 alle ore 11.00, al Foyer del Teatro Comunale di Treviso, incontro a ingresso libero con Giancarlo del Monaco. Sarà l’occasione per ascoltare la storia della famiglia e di suo padre, il celebre tenore Mario del Monaco. A seguire, un aperitivo.

L’ospite

Giancarlo del Monaco nasce a Villorba nel 1943. Studia presso l’Università di Losanna, ottenendo la Laurea in lingue straniere e in musica, pianoforte e tromba. Debutta a Siracusa nel 1965, portando in scena al Teatro Greco Samson et Dalila con suo padre nel ruolo del protagonista. Tra il 1966 ed il 1968 è assistente-regista di Günther Rennert, Wieland Wagner e Walter Felsenstein in Germania. Dal 1970 al 1973 assiste personalmente il Sovrintendente Rudolf Gamsjäger alla Staatsoper Wien. Tra il 1973 e il 1976 è regista principale presso il Teatro di Ulm. Nel 1975, insieme al padre, fonda il Festival di Montepulciano, del quale diventerà Direttore artistico. Nel 1980 viene nominato Sovrintendente dello Staatstheater di Kassel. Analogo incarico gli verrà conferito al Macerata Festival (1986-1988), a Bonn (Oper der Bundesstadt, 1992-1997) e all’Opera di Nizza (1997-2001). Dal 2009 al 2011 è stato infine Direttore Artistico del Festival Opera di Tenerife.

Una lunga attività di regista

Giancarlo del Monaco è uno dei più importanti registi della sua generazione. Più di cento titoli infatti sono portati in scena a Berlino, Buenos Aires, Barcelona, Madrid, Bologna, New York, Los Angeles, Washington, Milano, Monaco di Baviera, Napoli, Parigi, Pechino, Roma, Stuttgart, Sevilla, Torino, Vienna, Zurigo. Nel 1991 la prima regia al Metropolitan di New York. Il successo ottenuto con La Fanciulla del West gli vale une serie di scritture successive per Stiffelio, Madama Butterfly, Simon Boccanegra, La Forza del destino. Ha collaborato inoltre con direttori d’orchestra illustri, quali ad esempio Chailly, Russel Davies, Ferro, Franci, Kout, Kuhn, Levine, Oren, Panni, Patané, Prètre, Santi, Sawallisch, Sinopoli. Ha collaborato con scenografi del calibro di Toni Businger, Dominik Hartmann, Matthias Kralj, Ming Cho Lee, Andrej Majewski, Wolf Münzner, William Orlandi, Jean-Pierre Ponnelle, Jürgen Rose, Michael Scott, Günter Schneider-Siemssen, Josef Svoboda, Jörg Zimmermann.

I premi

Numerosi i riconoscimenti. Si va infatti dal Viotti d’oro del 1967 ai titoli di Cavaliere Ufficiale della Republica e Commendatore dell’Ordine al Merito della Republica Italiana. In Francia ottiene poi il titolo di Chevalier des Arts et des Lettres e la Légion d’Honneur nel 2015. Negli USA la laurea honoris causa in Cultural Arts dal Palm Beach Community College. In Germania riceve invece il Bundesverdienstkreutz di Prima classe dal Presidente della Republica Federale. In Brasile, l’onorificenza dell’Ordem Nacional o Cruzeiro do Sul per aver proposto in teatro e in disco Il Guarany. Ha ricevuto inoltre la cittadinanza onoraria da Montpellier e il Premio Lirico “Teatro Campoamor” per la migliore regia in Spagna nel 2007 con Cavalleria Rusticana e I Pagliacci al Teatro Real di Madrid.

Oltre la scena

Oltre la scena sono storie, dialoghi, incontri intorno al cartellone della lirica al Teatro Comunale ideati e coordinati da Elena Filini in una partnership che vede collaborare l’Assessorato alla cultura del Comune di Treviso, Teatri e Umanesimo Latino SpA, Fondazione Benetton Studi Ricerche, Conservatorio Agostino Steffani e Soroptimist International Club di Treviso. L’intento è raccontare il teatro “invisibile”, arrivare a chi non avrebbe immaginato di mettervi piede e dare voce ai protagonisti.

Per informazioni: 0422 513300

Oltre la scena