Sile Jazz, prossimi appuntamenti

TREVISO. Il Parco di Villa Guidini a Zero Branco e Villa Morosini Gatterburg ad Albaredo di Vedelago ospitano i prossimi appuntamenti di Sile Jazz: venerdì 20 luglio tocca a D.O.V.E. “Where are you?” e sabato 21 luglio alle 21 suona l’Andrea Marcelli Trio. L’ingresso è libero. 

Sile Jazz prosegue con due concerti di jazz dal piccolo organico: due ensemble molto diversi per la loro natura, ma entrambi innovativi e di grande appeal.

Venerdì 20 luglio alle 21, a Zero Branco nel  Parco di Villa Guidini  è ospite di Sile Jazz l’ensemble D.O.V.E. (Drums, Organ, Vibes Ensemble) con “Where are you?”, il nuovo progetto che è anche un omonimo concept album di recente uscita. Il trio è formato da Giovanni Perin (vibrafono),  Giulio Campagnolo (Organo Hammond) e Andrea Davì (batteria).

D.O.V.E. (Drums, Organ,Vibes Ensemble) è un incontro inusuale, una realtà tra le più innovative nel panorama jazzistico contemporaneo grazie al ricercato connubio sonoro dei tre singolari strumenti, vibrafono, organo Hammond e batteria, sino ad oggi non ancora utilizzati insieme nel panorama musicale europeo.
ll trio, che spazia dalle sonorità energiche e funky all’hard bop più raffinato, presenta composizioni originali dell’ensemble e ridipinge in chiave moderna ed innovativa alcuni tra i più bei capolavori del songbook americano. Il loro primo lavoro intitolato “Where are you?”  è un concept album uscito esclusivamente in vinile e digitale dalla grafica molto particolare: il disco è infatti un “Gioco dell’oca” musicale, i cui protagonisti sono proprio gli strumenti del gruppo e viene venduto assieme al dado da gioco.

Nel parco della Villa è disponibile, in occasione del concerto – per cicchetti e bevande fresche – l’Osteria itinerante da Tomà.

Sabato 21 luglio, sempre alle 21, ad Albaredo di Vedelago (Villa Grimani Morosini Gatterburg) suona l’Andrea Marcelli Trio – Andrea Marcelli (batteria), Marco Ponchiroli (pianoforte), Alessandro Turchet (contrabbasso). Il leader del trio, Andrea Marcelli, è un batterista e compositore italo-americano, residente a Berlino, che da decenni  è cittadino del mondo: oltre che in Italia e Germania, è vissuto dodici anni tra Los Angeles e New York. Inoltre ha portato le sue musiche con successo in cinque continenti, registrato decine di album con le migliori etichette del pianeta e ha collaborato dal vivo e in studio con artisti come Wayne Shorter, David Liebman, Bob Mintzer, Bob Berg, John Patitucci, Don Menza, Allan Holdsworth, Harold Land, Markus Stockhausen, Eddie Gomez e moltissimi altri. Lo affiancano Marco Ponchiroli, pianista veneziano dalla plurima formazione (ha radici classiche, ha suonato nel pop e ha una personalità jazz appassionata e lirica) e Alessandro Turchet, contrabbassista friulano, richiestissimo didatta e fine sperimentatore, con un fitto carnet di collaborazioni dal vivo e in studio.

In entrambi i casi, se dovesse piovere, i concerti si terranno all’interno delle ville.

Sara Zanferrari