San Donà di Piave, al Teatro Astra il cuore del Concorso pianistico

Domenica 20 maggio alle 18,30 al Teatro Metropolitano Astra di San Donà di Piave, concerto a ingresso gratuito dei vincitori della la 6^ edizione del Concorso pianistico internazionale Città di San Donà di Piave. Entrata nel vivo la manifestazione dedicata alla grande musica, che fa del teatro di via Ancillotto il suo cardine. «Il numero dei concorrenti è più che doppio della media di un concorso pianistico. Sarà possibile concedersi una sana boccata di musica assistendo all’esecuzione di qualche brano in qualunque momento della giornata – così il maestro Francesca Vidal, direttrice artistica dell’evento – Possibile anche incontrare i musicisti in piazza, con il florilegio di colori dato da persone provenienti da tutto il mondo».

Alberghi in città già pieni nei giorni dei concerti. Replicato il boom della scorsa edizione, con 184 partecipanti provenienti da tutte le nazioni del mondo. Dopo gli italiani, 82, e i 14 croati, spiccano ben 12 coreani. Più strada di loro la hanno fatta 3 australiani. Compresi gli accompagnatori sono circa 450 le persone che verranno a San Donà. Ponendo una stima di spesa minima di 50 euro al giorno per persona, si può stimare in oltre 100mila euro l’indotto dell’evento. A sostenere i costi della manifestazione, il volontariato e, soprattutto, l’apporto di un’intera comunità. Sono circa 40 gli sponsor, dalla banca al bar, oltre alla concessione dell’Auditorium e del Teatro Astra da parte dell’amministrazione. «Ringrazio il maestro Francesca Vidal per il suo impegno, protratto ormai di anno in anno – così il sindaco– Questa manifestazione è una grande occasione per tenere alto il nome di San Donà nel mondo».

Tutte le prove si svolgono al Teatro Astra, dove è possibile suonare su dei “gran coda”, le Ferrari della tastiera. Gli alberghi hanno dato disponibilità, invece, ad ospitare dei pianoforte per permettere ai propri ospiti di esercitarsi. «È per la città una vera festa, con la musica che irradia la città dai pianoforti utilizzati per allenarsi – osserva l’assessore alla cultura– Non è frequente poi che un concorso possa godere, per il concerto conclusivo, di una sede del livello del Teatro Astra».

Di grande rilievo la giuria, presieduta dal maestro russo Alexei Kornienko. Sei le categorie di concorso, dai più piccoli, di età inferiore a 8 anni, ai 20enni. Ad esse si aggiungono tre categorie per la sezione a quattro mani ed una sezione per adulti fino a 35 anni.

Pierluigi Tamburrini