Spinea. Alla Notte Gialla va in scena “Niente di vero sotto il sole”

Spinea si prepara alla Notte Gialla. Balli, concerti, stand gastronomici e aree riservate ai più piccoli promettono di far divertire tutti. Un sabato diverso, frizzante e colorato, di giallo ovviamente. Quest’anno, però, c’è una novità particolare. Lo spettacolo “Niente di vero sotto il sole” , messo in scena dall’attrice Tiziana Di Masi. Un’opera teatrale che mira ad informare gli spettatori riguardo una piaga chiamata contraffazione.

Lo spettacolo, targato Confcommercio, mette in scena quella che è una vera e propria guerra, tra economia legale ed illegale. Un fenomeno che purtroppo la nostra Regione conosce bene, difficile da debellare, e che ogni anno assicura ingenti guadagni alle mafie. L’appuntamento è per le 20:30, davanti al municipio.

I dati del MISE fotografano una realtà allarmante, in cui Venezia risulta hub principale di una rete di distribuzione di merce contraffatta. Da Venezia partono infatti quantità elevate di merci taroccate, ma il capoluogo risulta anche una delle piazze principali dove vendere i falsi, acquistati spesso da turisti stranieri convinti di comprare il prodotto originale. Un triangolo dell’illegalità, che ha i suoi vertici a Venezia( punto di approdo) Rovigo( dove ci sono laboratori di assemblaggio e rifinitura dei falsi) e Padova(Grande snodo di commercializzazione all’ingrosso).

Un mercato, quello della contraffazione, che in Italia vale circa 6,9 miliardi di euro. Il settore più colpito, soprattutto a Venezia e provincia, è quello dell’abbigliamento. Ma non solo vestiario, la contraffazione colpisce anche il settore alimentare. In entrambi i casi, al danno economico si aggiunge il pericolo per la salute. Per quanto riguarda il settore alimentare è facile capirlo: alimenti “non originali” non sono sottoposti ai controlli e possono quindi essere contaminati o contenere sostanze dannose. Anche i vestiti taroccati possono essere pericolosi: stoffe che non si sa da dove provengono e magari trattate con agenti chimici pericolosi possono provocare danni seri.

Un danno economico enorme, e un pericolo per la salute quindi. “Niente di nuovo sotto il sole” di Tiziana Di Masi racconta il mondo della contraffazione con la forza di uno spettacolo teatrale. E il teatro riesce spesso a penetrare meglio di altre forme di comunicazione, giocando con i sentimenti e le forme.

«Anche con queste azioni – sottolinea Ennio Gallo, presidente di Confcommercio del Miranese – parliamo di rigenerazione urbana: un territorio si riqualifica e si rende più attraente e competitivo anche con azioni concrete di sensibilizzazione verso la cultura della legalità e del consumo consapevole, attuate proprio nel cuore dei nostri centri urbani e cittadini che vivono di commercio».

L’appuntamento è quindi per sabato 7, alle 20:30, davanti al municipio. La Notte Gialla è cibo, ballo, gioco e, quest’anno, anche teatro

Matteo Riberto