Campodoro lotta contro il cyberbullismo

Una giornata dedicata alla legalità e al contrasto del cyberbullismo. Si è svolto giovedì scorso a Campodoro in provincia di Padova, l’incontro di Domenico Geracitano, poliziotto e scrittore, con i ragazzi delle scuole comunali. Incontro durante il quale si è affrontato il tema del cyberbullismo e di come utilizzare consapevolmente i social media.
Da anni impegnato sul fronte del contrasto al bullismo digitale, Geracitano ha ideato, tra le altre cose, il progetto, nato nell’ormai lontano 2002, “Diario per una vita migliore”.  Progetto che coinvolge centinaia di ragazzi e che ha come finalità quella di promuovere il dialogo e l’ascolto.
«Ormai il bullismo e il cyberbullismo – ha spiegato Vincenzo Gottardo, consigliere provinciale e vice sindaco di Campodoro – hanno assunto una rilevanza tale da richiedere strategie coordinate di intervento. Sono fenomeni in costante aumento e molto spesso ignorati, soprattutto nei casi in cui la violenza non è di tipo fisico, ma si tratta di un bullismo psicologico, quindi “invisibile». «Il cyberbullismo è un fenomeno allarmante anche in Italia dove 1 adolescente su 3 dichiara di esserne stato vittima. Per contrastare tutto ciò è importante che le istituzioni intervengano, facciano sinergia con il mondo della scuola con l’obiettivo di favorire una maggiore informazione e ricercare strumenti di prevenzione promuovendo una cultura improntata sui valori positivi – ha aggiunto Gottardo – L’esperienza diretta di  Geracitano ha fatto  far comprendere ai ragazzi che il rispetto delle regole è l’unica strada percorribile per tutelare la propria vita».
Il programma della giornata si è sviluppato in tre fasi: la prima, dalle 11 alle 13, dedicata agli studenti della scuola secondaria di primo grado. La seconda, dalle 15,30 alle 17,30 rivolta ai docenti della scuola secondaria Montalcini e la terza, alle 20 e 30 presso la scuola primaria Montessori, dedicata ai genitori e alla cittadinanza.
Le attività della giornata si sono basate sull’ultima  pubblicazione di Geracitano dal titolo “Pensa per postare” edizioni  Euroteam.
L’obiettivo dell’iniziativa era quello di aiutare i giovani a comprendere che internet è una risorsa culturale che può essere utilizzata per approfondire aspetti legati al mondo scolastico, lavorando sulla sicurezza in rete e sulle informazioni che in questa si possono trovare, cercando di sviluppare nei giovani la consapevolezza ed il senso critico rispetto a quello che osservano nel web. Al termine della giornata, gli studenti hanno realizzato dei lavori sulle tematiche legate al mondo virtuale, come un breve spot, la produzione di un manifesto originale, uno scatto fotografico o lo svolgimento di un elaborato scritto che hanno presentato ad altri compagni e ai genitori, trasmettendo così le nozioni apprese.
Alberto Rodighiero