25 novembre: giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Mirano – Il 25 novembre è la giornata internazionale fissata dall’ONU per l’eliminazione della violenza contro le donne. Anche quest’anno il Comune di Mirano, in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità e la Biblioteca ha programmato un calendario di iniziative dal 23 al 28 novembre 2017 volte a sensibilizzare e fare riflettere la società civile sul drammatico tema della violenza di genere, che può essere anche sottile e psicologica oltre che fisica, e del femminicidio.

La prima iniziativa sarà una visita alla Casa delle Muse presso la Barchessa di Villa Giustinian Morosini “XXV Aprile” giovedì 23 novembre alle ore 15.00. La Casa è uno spazio di confronto sulla creatività femminile ed ospita le opere donate da una ventina di artiste miranesi e non solo. Inoltre espone le opere delle artiste che hanno partecipato alle varie Biennali dell’incisione susseguitesi a Mirano dal 1998 al 2007.

 La riflessione proseguirà sabato 25 novembre, giorno della ricorrenza. Alle ore 11.00 nell’auditorium degli istituti superiori si terrà un “Dibattito sulla violenza contro le donne”, organizzato da Soroptimist International Club Miranese.

Seguirà alle ore 15.30 in piazza Nella e Paolo Errera l’installazione artistica di “una panchina rossa contro il femminicidio” con l’artista Barbara Pelizzon. Sarà verniciata di rosso una panchina, ponendola a monito per la difesa dei diritti delle donne contro la violenza. La promozione e l’organizzazione sono a cura della nuova Consigliera delegata alla Cittadinanza delle donne e cultura delle differenze Erika Niero e della Presidente della Commissione Pari Opportunità Sandra Pegoraro.

«Lo scopo di questa giornata – afferma la Consigliera Niero – è di incoraggiare a una cultura del rispetto reciproco al fine di prevenire e contrastare ogni forma di violenza e di maltrattamenti di cui le donne sono vittime».

L’Amministrazione comunale invita gli esercenti ad esporre le scarpette rosse nelle vetrine per sostenere l’iniziativa e ricordare che il problema della violenza riguarda tutti e deve mobilitare le coscienze.

Inoltre, da alcuni anni questa giornata si caratterizza per l’esposizione volontaria, negli edifici pubblici e privati, delle lenzuola rosse e drappi del medesimo simbolico colore (a significare il sangue delle vittime) per dimostrare sensibilità e partecipazione.

Infine martedì 28 novembre nell’auditorium “S. Teresa di Calcutta” (sala consiliare) alle ore 17.00 Nadia Filippini presenterà il suo libro Generare, partorire, nascere. Una storia dall’antichità alla provetta”. Introdurrà la presentazione Marina Marino del Coordinamento Donne SPI Lega del Miranese; dialogherà con l’autrice la delegata alla Cultura Renata Cibin. Accompagnerà con canto e musica Sandra Mangini. Interverranno la presidente della Commissione Pari Opportunità Sandra Pegoraro e la Segretaria Generale dello SPI CGIL Metropolitano di Venezia Angiola Tiboni.

Sarà l’occasione per riflettere su un “altro” aspetto della violenza sulle donne.

 Giuliana Lucca