Apre a Zelarino il nuovo centro diurno per bambini e ragazzi

Villa Elena da l'esempio

Mentre a Ca’ Farsetti la più ampia discussione sul welfare comunale e sulle politiche sociali continua ad essere piuttosto tesa, non è comunque raro vedere piccoli passi avanti nelle zone più periferiche del territorio, specie se sostenuti d’accordo con le parrocchie e le associazioni locali: è il caso di villa Elena, a Zelarino, dove lo scorso 30 settembre è stato inaugurato il nuovo centro diurno per bambini e ragazzi, una realtà resa possibile dalla collaborazione tra il Comune di Venezia e l’Opera Santa Maria della Carità. “Il centro, guidato da un’equipe di professionisti, lavorerà a stretto contatto con i Servizi sociali dell’amministrazione cittadina, in particolare con quelli che si occupano di infanzia e adolescenza – hanno spiegato nel corso della cerimonia di apertura l’assessore Simone Venturini, il presidente dell’Opera Gianfranco Fiorin, il vicario Dino Pistolato e la direttrice, Giovanna Pizzato – garantendo un percorso educativo a bambini e ragazzi che vivono una situazione di fragilità personale o familiare”.

Villa Elena è raggiungibile al civico 16/a di via Castellana (in autobus bisognerà salire a bordo delle linee 20 o 21, o di quelle dirette a Maerne/Noale e Scorzé), ma è possibile informarsi sulle attività del centro anche al numero di telefono 041 955343 o attraverso l’indirizzo email santamariamadrenostra@osmc.org ; sul sito internet dell’Opera, www.osmc.org/centro-diurno-bellinato-zorzetto-struttura/ , si possono leggere tutte le descrizioni del caso ed è possibile visionare in pdf la carta servizi del centro.

Giacomo Costa

564679_4621982871251_367849643_n