Didattica, pensiero e azione: Microfinance in action in Nepal

Sono rientrati dal Nepal i nove studenti dell’Università di Padova che hanno partecipato alla terza edizione della International Winter School “Microfinance in Action” organizzata dal Centro di Ateneo per i Diritti Umani e coordinata dal prof. Alberto Lanzavecchia.

Un intenso programma di didattica presso Apex College a Kathmandu, incontri istituzionali, visite in comunità rurali e ospitalità familiare, volto a trasferire conoscenze e maturare esperienze sui diritti umani, la microfinanza e la cooperazione internazionale.

Cooperazione promossa proprio dagli studenti del Corso di laurea magistrale in Human Rights and Multi-Level Governance con “United for Nepal”: una campagna di raccolta fondi a favore di scuole distrutte dal terremoto del 2015 o a quelle tra le comunità più povere, da consegnare personalmente. Verificando così direttamente l’impatto che piccoli gesti possono generare.

Quest’anno a “United for Nepal” si sono aggiunti anche i fondi raccolti dall’associazione L’Osteria Volante e ventuno computer portatili donati da Cedacri Group di Collecchio. Gli studenti, con gli insegnanti e gli operatori della scuola, hanno allestito un aula computer presso la Shree Koldaung Devi Secondary School di Timure (Sindhulpalchok) dotata di  proiettore, webcams, collegamento Internet e software open-source, intitolandola in ricordo del Professore Antonio Papisca, fondatore del Centro di Ateneo per i Diritti Umani.

Non solo un segno tangibile del legame tra la nostra comunità universitaria e quella nepalese, ma il frutto della forza delle idee e della volontà nel realizzarle, coinvolgendo coloro che condividono i medesimi valori.

Giuliana Lucca