Dolo. Lo Squero Monumentale luogo di ‘giochi di luci’ venerdì 18 novembre dalle ore 18

‘Giochi di luce’ che illumineranno lo Squero Monumentale dell’Isola Bassa, è quanto accadrà venerdì 18 novembre alle 18 grazie alla collaborazione l’Assessorato alle Politiche Sociali del comune di Dolo e l’organizzazione ‘Luci In Riviera’, Pro Loco Pisani di Stra e Pro Loco Associazione delle Terre Dolesi di Dolo. Il progetto sarà presentato dai Centri Diurni e dall’UOS Disabilità Adulta dell’Ulss13 e che vedrà come protagonisti le persone dei Centri Diurni di Dolo, Campolongo Maggiore, Mira, Oriago e Premaore.
“Tutto nasce dalla volontà di creare spazi di creatività, stimolare momenti di socializzazione, sperimentare lavori di gruppo, condividere progetti, permettere alle persone disabili di vivere il loro territorio in un contesto di normalità.” – Ha rilevato l’Assessora Carlotta Vazzoler.
L’iniziativa ‘Giochi di Luce’ tra i Centri Diurni del territorio e l’UOS Disabilità Adulta dell’ Ulss13 fa seguito a una sperimentazione all’interno di attività congiunte e trasversali, momenti di integrazione e partecipazione corale destinati, con questo progetto, a diventare ancora più articolati e strutturati.
Il progetto, sotto la guida esperta di un gruppo di architetti dell’Associazione ‘Guerrilla Lighting Italia’, vede il coinvolgimento delle persone disabili dei Centri Diurni, adoperatisi con insegnanti ed educatori per la messa in scena di uno spettacolo di luce che verrà realizzato pubblicamente venerdì 18 novembre alle ore 18 (se il tempo non lo permetterà la manifestazione si svolgerà lunedì 21 novembre).
Ogni Centro Diurno è l’artefice della realizzazione di oggetti luminosi che verranno utilizzati durante l’evento ‘Giochi di Luce’. Le persone disabili diventeranno così i veri attori della ‘Guerrilla Lighting’ con la realizzazione di coreografie di gruppo, scelta delle musiche, utilizzo delle sorgenti luminose.
Continua l’Assessora Vazzoler: “Ho accolto fin da subito favorevolmente il progetto ‘Giochi di Luce’ perché ritengo che l’inclusione, la partecipazione, la condivisione siano valori che possono solo aiutare la nostra comunità a crescere, innovarsi, migliorarsi. Una comunità inclusiva, aperta, tollerante, che accoglie il diverso e ne vede la ricchezza, aiuta da un lato la persona disabile e la famiglia ad affrontare diversamente la propria situazione e dall’altro arricchisce tutta la comunità che si sente partecipe di un progetto di vita. E’ bello – ha concluso l’Assessora Vazzoler – poter mettere a disposizione gli spazi del nostro Comune e collaborare a iniziative e progetti di questo tipo, perché avvicinano le persone rendendoci consapevoli che assieme possiamo raggiungere obiettivi più ambiziosi”.
Con l’occasione i Molini di Dolo, la Brenta, l’Isola Bassa fino allo Squero di Dolo saranno ‘vestiti’ di una luce nuova.

Lino Perini