Incontri di cultura ebraica a Padova

Tre appuntamenti legati al cinema, alla letteratura e al pensiero da giovedì 7 al 21 dicembre al Museo della Padova Ebraica

Tre appuntamenti che vogliono essere a Padova e per Padova l’occasione per scoprire alcuni aspetti di una storia e di una tradizione culturale di fondamentale importanza in città, ma anche un momento di dialogo, incontro e confronto su importanti temi culturali e sociali.

Una partnership importante quella siglata fra il Museo, la Comunità Ebraica, l’Università degli Studi di Padova e il Comune di Padova per parlare di cultura, di cinema, di letteratura in tre appuntamenti che si terranno presso il Museo della Padova Ebraica in Via Delle Piazze, 26 nei prossimi tre giovedì 7,14 e 21 dicembre.

Nel primo incontro verrà approfondito il lavoro di Daniele Segre, uno degli autori e registi italiani più intensi e acuti del nostro presente, e del prof. Denis Brotto del Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari dell’Università di Padova, anima e organizzatore dell’iniziativa, che dialogheranno per comprendere le connessioni tra il cinema e la tradizione ebraica. Il secondo appuntamento costituirà l’occasione per parlare della cultura sefardita e del suo riverberarsi nel presente, attraverso il confronto fra due studiosi d’eccezione quali Adone Brandalise e Paola Bellomi. Il terzo incontro vedrà infine altri due esperti del mondo e della cultura ebraica, Tobia Zanon e Carlo Tenuta, affrontare da prospettive diverse l’influenza e la tradizione letteraria dell’ebraismo.

 “L’Ateneo di Padova – dice Rosario Rizzuto, Rettore dell’Università di Padova – è indissolubilmente legato al suo territorio. Non un concetto astratto, ma un impegno che si declina ogni giorno nelle tante iniziative dedicata a Padova che l’Università mette in atto. Cinema, letteratura e pensiero: gli incontri di cultura organizzati insieme al Museo della Padova Ebraica sono un esempio chiaro della forza di tali iniziative. Un dialogo a 360 gradi sulla cultura ebraica e i suoi valori. E dal confronto, dallo scambio, dall’apertura si genera sempre conoscenza. Sono certo che saranno appuntamenti utili, che lasceranno qualcosa a chiunque deciderà di parteciparvi”.

“Ritengo questa iniziativa un grande valore culturale e sociale per la città di Padova – commenta il Vice Sindaco del Comune di Padova Arturo Lorenzoni –  e la collaborazione concreta tra Università e Museo della Padova Ebraica è un esempio di come il dialogo tra enti diversi possa portare a risultati di rilievo, superiori a quelli che ciascuno per sé potrebbe conseguire. Quando lo studio e la società operano insieme, la sintesi che ne nasce è qualcosa di nuovo e di valore. La ricchezza della cultura ebraica è da secoli elemento fondante di quella padovana ed è bello che questa sinergia possa continuare ad alimentarsi reciprocamente anche in nuove forme, capaci di evidenziare legami che forse non sono immediatamente riconoscibili ai più. A tutte le persone coinvolte va dunque il grazie dell’Amministrazione, che fa di una città dialogante il proprio punto di partenza e di arrivo”.

Giuliana Lucca