Lavorare con l’Arte

L’Associazione Proteo Fare Sapere di Treviso in coorganizzazione con l’Assessorato alla formazione del Comune di Treviso, nell’ambito delle iniziative del Calendario Civico ha organizzato una Mostra dal titolo
”Lavorare con l’arte – Sculture ceramiche”, si è aperta il 25 aprile e si concluderà con un evento lunedì 1 Maggio 2017 alle ore 11:00 presso il Salone dei Trecento. La mostra è visitabile dal lunedì al venerdì dalle ore 16:00 alle 19:30 e il sabato e la domenica dalle 10:30 alle 12:30 e dalle 16:00 alle 19:30.
Progettazione e coordinamento dell’evento sono a cura di M.Giuseppina Vincitorio, Toni Buso, Antonio Favale e Giovanni Lenti.

Espongono le loro opere per questa terza edizione di lavorare con l’arte, che ha come filo conduttore la Ceramica, l’Arte, la Scuola, i Giovani e il Lavoro Alessandro Cadamuro, Paola Cesco Frare, Antonio Favale, Candido Fior, Giovanni Lenti, Sara Marzari, Elena Rizzardo, Giordano Russo, A. Matteo Santaris, Lina Sari: tutti artisti e docenti o ex docenti di ordini diversi di scuola.
All’evento del 1 maggio interverranno la prof.ssa Francesca Magnano e di Marta Viotto, segretaria regionale della FLC con la partecipazione del duo Edoardo Cian e Giacomo Berlese, due giovani musicisti nati nell’ambito del corso di musica della scuola Stefanini, uno maestro di chitarra e armonica e l’altro sassofono, tastiere e clarinetto.

“Un’occasione che si inserisce nell’ambito delle iniziative del calendario civico per invitare studenti, docenti e cittadinanza alla riscoperta del linguaggio dell’arte e della musica, per sottolinearne il ruolo irrinunciabile nella formazione dei giovani, per provare a riportare l’arte a scuola e nello stesso tempo restituire la scuola all’arte, un modo insomma per parlare di scuola fuori della scuola”, ha dichiarato l’assessore Anna Caterina Cabino.

“Un appuntamento per riportare l’attenzione sulla tradizione ceramica a Treviso che si è u po’ persa e che pure ha un massimo rappresentante in Arturo Martini, tra arte e artigianato, sul gioco delle forme delle sculture ceramiche e per dare voce ad una scuola pubblica, inclusiva, formidabile laboratorio di integrazione, vero motore dell’equità sociale a cui tende la nostra Costituzione”, ha sottolineato la Presidente di Proteo Fare Sapere Giuseppina Vincitorio.

Matteo Venturini