“Pint of science” dal 14 al 16 maggio

Tre pub diventano aule universitarie

Tre giorni di dibattiti scientifici su fisica, astronomia, biologia, tecnologia e molto altro, il tutto davanti ad un boccale di birra. Torna anche quest’anno “Pint of Science”, l’iniziativa che porta la scienza e i ricercatori dell’Università di Padova nei pub, per raccontare al pubblico le ultime ricerche e scoperte scientifiche in maniera informale e alla portata di tutti. Gli incontri si svolgeranno tutti in contemporanea, dal 14 al 16 maggio alle 20.30, in tre diversi pub del centro: l’Old England in via Manzoni ospiterà la sezione “Atoms to Galaxies”, con un viaggio che accompagnerà gli ascoltatori dal mondo microscopico delle particelle ai segnali che arrivano dall’Universo; al Vizio in via San Biagio l’argomento sarà “Our Body”, che farà scoprire i misteri della biologia umana; infine al Canevone, in via Umberto, gli scienziati inviteranno il pubblico ad esplorare le frontiere della tecnologia, dalle nanoparticelle agli esoscheletri con “Tech me Out”.

Sono previsti circa 40 minuti di presentazione interattiva del relatore seguita da un dibattito. Nell’edizione di quest’anno ci saranno premi speciali per le persone tra il pubblico che faranno le domande più interessanti e gadget “Pint of Science” per tutti i sostenitori che contribuiranno con una offerta libera. «Il 2017», spiega il coordinatore locale di Padova, Michele Michelotto, «è stato il primo anno in cui la nostra città ha partecipato al Pint of Science. Siamo rimasti colpiti dal forte entusiasmo e dalla partecipazione del pubblico, e siamo contenti di poter ripetere l’esperienza: i ricercatori non vedono l’ora. Pint of Science non solo è un’occasione, ma anche una sfida: è riuscire a spiegare cose difficili in maniera semplice, in un contesto completamente diverso da quello a cui sono abituati».

M.N.