Prevenire da bambini

Educare da bambini.

Quando si parla di violenza come oggi si pensa sia rivolta solo alle donne invece questa è fatta anche di minacce, soprusi, trascuratezze, ricatti psicologici e soprattutto incoerenze educative che distruggono un sereno processo di crescita. Violenza non si manifesta solo attraverso un atto fisico ma anche come un maltrattamento psicologico o abuso emotivo :comprende tutti quei comportamenti da parte di un adulto diretti a controllare il bambino verso l’umiliazione, la paura, le critiche e la  vergogna. È purtroppo la forma meno evidente, perché priva di danni fisici ma può avere ripercussioni altrettanto gravi. Per esempio al nido una delle forme che può far sospettare che qualcosa non va è l’incuria e abbandono, quando i genitori non provvedono adeguatamente ai bisogni fisici e psichici in rapporto all’età e al momento educativo. Nello specifico quando ci si accorge che non sono mantenute e garantite le condizioni per un sano sviluppo psicofisico come l’igiene, la nutrizione, il vestiario, le cure mediche, l’educazione. Ovviamente al nido è molto più difficile  riscontrare violenze su minori se non riportano segni visibili sul corpo ecco perché dobbiamo come educatrici iniziare molto scrupolosamente a osservare quanto citato sopra e poi muoverci con molta accuratezza. Questo perché la scuola e altri contesti educativi condividono con i servizi socio-sanitari la caratteristica di rappresentare un fattore di moderazione e aiuto ma, al tempo stesso, anche di rischio o aggravamento.

F.S.