Economia e Politica

Chi risolve i problemi della gente?

In questo periodo sembra che la cosa più importante da parte del Partito Democratico sia quella di occuparsi di “altro”. Mentre a voce i leader del Partito proclamano di non fare campagna di odio, in sostanza l’apparato reagisce in maniera completamente diversa. E intanto la gente comune si arrabatta per risolvere i suoi problemi quotidiani, pensando anche che molti non arrivano a fine mese.

Che paese siamo? Questo chiede la gente

Ed ecco che allora, invece di prendere atto della situazione in cui vive la gente che c’è in Italia, succede che:

  1. Su Bibbiano (scandalo dei bambini dati in affido), nessuna presa di posizione. Anzi, scarica il problema al M5S.
  2. Dopo che per anni il PD (prima PCI) ha avuto contatti con la Russia, ecco nascere “Moscopoli” per raccogliere l’odio verso Salvini su un argomento in cui non ci sono prove al momento. Inoltre lo sinistra deposita un atto di sfiducia contro il Ministro dell’Interno.
  3. Sea Watch e Rachete: il PD si è fatto promotore di iniziative di raccolta fondi a favore delle spese legali di Rachete che, diciamocelo, ha violato la legge. In quel periodo esponenti del Parlamento Italiano erano sulla nave Sea Watch per solidarietà.
  4. Tanto per alimentare questa campagna d’odio, il PD ha istituito una email per segnalare eventuali “illeciti” su Facebook. Questa email (io stesso sono stato recentemente minacciato da sconosciuti di essere segnalato per aver espresso la mia opinione) diventa uno strumento di “ricatto” al libero pensiero.

La libertà di pensiero

Sancita dalla costituzione per salvaguardare il pensiero libero della gente, il messaggio subliminale che, invece, sembra trasparire potrebbe essere: “stai attento perché, se sbagli a dire la tua opinione, ti andiamo a denunciare”.

Questa è l’anima del PD: solo campagna di odio

Invece che cosa sta facendo l’opposizione? Si sta forse occupando della gente in stato di necessità? Ci sono diverse “categorie” di cittadini italiani che avrebbero bisogno di supporto da parte della classe politica italiana: i lavoratori che non riescono ad arrivare a fine mese, i disabili o gli anziani che non ricevono assistenza, morale o economica, i giovani in difficoltà nel mondo del lavoro, costretti a trasferirsi all’estero per ottenere uno stipendio adeguato e molti altri ancora che lavorano sottopagati.

Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close