Economia e Politica

Elezioni 2019, a Lendinara si candida Ferlin

Accuse al primo cittadino Viaro: «poco affidabile, nuoce alla comunità»

Lendinara. In un precedente articolo vi avevamo raccontato che uno dei maggiori comuni al voto in provincia di Rovigo per le elezioni amministrative sarà Lendinara. E proprio a Lendinara l’ex sindaco Alessandro Ferlin scioglie la riserva. Si candida di nuovo contro il primo cittadino uscente, Luigi Viaro.

Elezioni Lendinara candida Ferlin

Chi è Alessandro Ferlin?

Ferlin si autodefinisce il “sindaco storico” di Lendinara: un politico in grado di farsi voler bene e che è conosciuto da tutti. Sindaco per 5 anni prima dell’attuale primo cittadino Viaro, Ferlin non è rimasto soddisfatto del passaggio di consegne.

La sua storia di amministratore pubblico comincia ben 25 anni fa, quando ha ricoperto prima il ruolo di assessore (1995-1999) e poi quello di sindaco per ben due mandati, dal 2004 al 2014. Dopo la sua ultima esperienza di governo aveva sostenuto la candidatura di Viaro, ma ora ha cambiato idea. Ed ecco i motivi.

Elezioni Lendinara candida Ferlin

I perché della candidatura

«La mia scelta di tornare in campo deriva dalla volontà di riportare Lendinara ad avere un’amministrazione che non si fermi solo a dare alla città una bella immagine», afferma Ferlin. «Voglio invece avere una amministrazione capace di portare il proprio peso nei tavoli di decisione extracomunali, provinciali e Regionali».

«Il mio obiettivo – continua il candidato – è quello di tessere rapporti e relazioni strategiche per il futuro della città. In particolare mi riferisco alle tematiche legate alla sanità, allo sviluppo territoriale, alla sicurezza, all’ambiente, all’istruzione».

«Conosco molto bene tutti gli attori in campo – conclude Ferlin – ma soprattutto conosco quello che succede dietro le quinte e come si muovono i vari protagonisti della politica lendinarese».

Elezioni Lendinara candida Ferlin

Le accuse all’amministratore uscente

Ferlin non risparmia alcune accuse al sindaco uscente. «Non tocca a me fare l’inquisitore – afferma – ma la soglia di ipocrisia e demagogia alla quale tutti noi siamo sottoposti ha raggiunto un livello tale da risultare paradossale e surreale: mi riferisco a quello che stiamo vivendo come cittadini e associazioni».

A detta di Ferlin, c’è stato negli ultimi mesi da parte di Viaro il tentativo di formare una grande maggioranza che coinvolge tutte le forze politiche della città. Il tutto cercando di ridicolizzare e ostacolare qualsiasi tentativo di costruire una seconda lista di opposizione.

Affidabilità e isolamento

Tanto che, secondo l’ex primo cittadino, le voci di una sua possibile nuova discesa in campo avrebbero suscitato incredulità e stupore.

Secondo Ferlin, il ruolo di sindaco è non solo quello di ben amministrare ma anche quello di essere una persona coerente perché rappresenta il Comune all’esterno. Il comportamento di Viaro, invece – sempre a detta di Ferlin – avrebbe esposto Lendinara ad essere percepita come un ente poco affidabile nei confronti degli altri comuni e dei tavoli regionali e provinciali, con conseguente progressivo isolamento.

La controffensiva di Viaro

Ma il sindaco uscente Viaro, dal canto suo, non rimane ad ascoltare ed anzi lancia una controffensiva a Ferlin. Afferma di non temere la competizione con Ferlin, di essere entrato in sintonia con la gente e di essere cambiato agli occhi dei lendinaresi. «La gente sta capendo che quel Viaro di 5 anni fa che non si conosceva, e che si considerava come l’uomo che faceva dietrologia e manovre nei confronti di tutto e tutti non è così», dichiara il sindaco uscente.

«È stato invece, durante tutto il proprio mandato – continua Viaro – uno che per 5 anni alle 5:30 era già in piazza a fare il sindaco». Al contrario, secondo Ferlin il sindaco non solo non è cambiato, ma anzi ha aggravato i suoi comportamenti. «Viaro ha assunto atteggiamenti e metodi che non mi piacciono, portando discredito all’ufficio di Sindaco che invece deve essere rappresentante e garante di tutta la comunità lendinarese».

Insomma, anche a Lendinara si preannuncia una battaglia elettorale senza esclusione di colpi.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close