Le aziende italiane ed estere investono a Padova

Cresce il mercato di capannoni e locali commerciali

Svolta a doppia cifra per il mercato immobiliare non residenziale padovano, in particolare per i capannoni. Dopo gli ottimi trend di ripresa registrati nel 2016, si tornano a vendere capannoni e locali commerciali in provincia di Padova e in alcune aree della Zona Industriale di Padova. Se infatti nel 2016 il settore immobiliare produttivo (capannoni e industrie) ha registrato una crescita del +22,1% (dati Agenzia del Territorio), nel 2017 i valori del settore hanno confermato la piena ripresa a doppia cifra.

Lo evidenzia uno studio recente della Confesercenti di Padova, secondo il quale il mercato dei capannoni a Padova attira un crescente interesse da parte di aziende produttive, in particolare del settore metalmeccanico, che decidono di espandersi e per questo motivo richiedono metrature di 2000-3000 metri quadrati di recente costruzione e dotate di aree di carico scarico. L’offerta per queste tipologie immobiliari è bassa.

Le zone più ambite sono Padova Est, la zona di Limena (a ovest di Padova) dove ancora si contano delle aree edificabili nella zona industriale. Si tratta di aree a ridosso dell’autostrada Milano – Venezia e delle uscite autostradali. I canoni di locazione oscillano da 36 a 48 euro al mq- annuo mentre i prezzi oscillano da 500 a 700 euro al metro quadro. Padova conta anche l’Interporto che sorge nel cuore della zona industriale, il quale con 270 mila metri quadri di magazzini rappresenta un centro di eccellenza per la logistica (i canoni di locazione sono di 36 euro al mq annuo). Altra realtà importante è il Consorzio ZIP, che ha a disposizione aree edificabili per capannoni ad utilizzo industriale.

Il mercato dei locali commerciali in questo momento vede dunque una domanda dominata soprattutto dalle aziende del food e della ristorazione, alla ricerca di metrature superiori a 200 mq e dotate di canna fumaria. A seguire la domanda di piccoli artigiani per insediarsi in spazi più piccoli (non oltre 100 mq).
In città, le strade dove sono presenti i più importanti brand del luxury fashion sono via San Fermo, via Cavour, via Santa Lucia e piazza Garibaldi dove i canoni di locazione si aggirano intorno a 800 euro al mq annuo, i prezzi vanno da 9.000 a 10.000 euro al mq. Negozi del fast fashion sono prevalentemente presenti su via Roma, dove i canoni di locazione si aggirano intorno a 480-600 euro a mq annuo. I negozi del food sono concentrati soprattutto in zona Riviere.

Da segnalare che, negli ultimi due anni, sono state fatte due importanti operazioni da parte di società immobiliari a testimonianza dell’interesse che gli asset della città hanno per gli investitori, alla ricerca di rendimenti annui lordi intorno al 6%. In diminuzione l’interesse per le strade dove c’è il passaggio della tramvia e per le vie laterali con basso passaggio dove i canoni di locazione non superano i 240 euro al mq annuo. Piacciono anche i locali commerciali situati sulle arterie di scorrimento veicolare che dall’esterno della città vanno verso il centro (via Venezia, via Tommaseo). Su queste strade i canoni di locazione si aggirano intorno a 240-300 euro a mq annuo e i prezzi oscillano da 3.500 a 4.500 al mq. In forte ribasso i canoni di locazione dei negozi che si trovano intorno alla Stazione, poco ambita, e in zona Stanga dove ci sono pochissime aree di parcheggio che, attualmente, si aggirano intorno a 48 euro al mq annuo. Altro discorso per il complesso “La Cittadella”, organizzata per assorbire molta della richiesta di zone direzionali facilmente raggiungibili dalla periferia.

Risulta interessante anche la domanda di uffici negli ultimi tempi, orientata su tagli di 110-150 metri quadrati, possibilmente in buono stato e collocati in zone facilmente raggiungibili con mezzi pubblici e con facile parcheggio. Viale del Tribunale è l’area preferita soprattutto da avvocati e qui i canoni di locazione si aggirano intorno a 120 euro al mq annuo mentre i prezzi sono di 1500-1600 euro al mq. Piace molto anche l’area “Padova 1”, zona direzionale ad est della città e la parte iniziale della zona Industriale dove, negli ultimi tempi, sono sorti degli uffici destinati al co-working, formula che inizia a prendere piede in città. A Padova 1 i canoni di locazione oscillano da 84 a 96 euro al mq annuo, mentre i prezzi viaggiano intorno a 1.750 euro. Qui, ad esempio, sono stati acquistati degli immobili dal gruppo bancario BNL e che sono affittati a 96-120 euro al mq annuo.

Michel Angelo