Resto al Sud

Contributo a fondo perduto e finanziamento a tasso agevolato per la costituzione di nuove imprese da parte di giovani imprenditori.

«Finalmente una notizia importante per le aziende del Centro Sud. Ciò che al Nord come Associazione Artigianato Padovano e Polesano oramai facciamo da anni riuscendo a crearci un background importante creando sodalizi fondamentali per lo sviluppo del lavoro (non ultimo quello con gli psicologi del Veneto) – dice il Presidente di Casartigiani Polesine Giovanni Civiero – ci rende lieti abbia preso la strada giusta verso il Sud pur facendoci mantenere la nostra autonomia».

Immediata anche la replica del presidente di Casartigiani Padova Roberto Zanin: «Lo dimostra anche la posticipazione della scadenza a lunedì per il contributo Mise e il fatto che la Giunta Regionale Veneta abbia deciso di fare un’iniziativa analoga per aumentare il contributo (ancora non sappiamo di quanto) per la digitalizzazione».

Il bando a cui i Presidenti fanno riferimento riguarda i settori di attività di Artigianato, Industria, Servizi/No Profit, Turismo, Agroindustria/Agroalimentare e ne potranno beneficiare le Micro Imprese, le PMI e le persone fisiche. Le spese, finanziate fino ad esaurimento fondi per € 1.250.000.000 serviranno a sviluppare consulenze/Servizi, opere edili e impianti, avvii di attività, attrezzature e macchinari.

«Si tratta a tutti gli effetti di un contributo a fondo perduto fino al 35% e di un finanziamento a tasso agevolato fino al 65% per la costituzione di nuove imprese da parte di giovani imprenditori. Plauso a questa iniziativa, – conclude il direttore generale Maurizio Ebano – forse giunta anche troppo tardi data la differenza di sviluppo lavorativo e associazionistico tra la realtà del Nord e quella del Sud, ma ben vengano iniziative di questo tipo se, mantenendo ogni associazione, come accade per noi, la propria individualità e indipendenza, permette di fare rete ed essere anche più incisivi nelle decisioni che un eventuale governo vorrà prendere in considerazione in materia di lavoro, sicurezza, sviluppo per mettersi al pari con le altre nazione della UE. L’Associazione Artigianato Padovano e Polesano forte dell’esperienza maturata negli anni è pronta a mettere a disposizione di tutte le realtà associative del Sud le sue competenze e professionalità, anche attraverso incontri, convegni e tavole rotonde per insegnare alle nuove leve e, perché no?, imparare anche ciò che non sapevamo».

Giuliana Lucca