Il Campodarsego crolla a Belluno con una pesante sconfitta.

Seconda sconfitta consecutiva per il Campodarsego, che cade al “Polisportivo” di Belluno con un 5-2 fin troppo pesante per quanto visto sul campo. In inferiorità numerica dopo 11 minuti e senza lo squalificato Kabine, la squadra di Fonti nel primo tempo va sotto 3-0 sbagliando anche un rigore, ma nella ripresa rimonta due reti e sfiora l’incredibile pareggio, prima delle due reti bellunesi che aumentano il passivo ben più di quanto meritato.
LA GARA. Dopo 11 minuti il primo colpo di scena: Colman Castro viene espulso per fallo da ultimo uomo su Rocco, che dal dischetto realizza l’1-0 bellunese. Passano solo cinque minuti, e Miniati raddoppia con una magistrale punizione che si insacca all’incrocio dei pali. Il 2-0 a freddo scuote i biancorossi: Aliù, lanciato a rete, al 24′ viene atterrato da Dosso, che rimedia anch’egli l’espulsione e regala al Campodarsego il penalty per accorciare le distanze. Dagli undici metri va lo stesso Aliù, che però calcia a lato. Radrezza ci prova pochi minuti dopo su punizione (Vencato para), prima della doccia fredda che arriva al 38′: Rocco, con un grande conclusione da fuori, trova l’angolo impossibile e confeziona l’incredibile 3-0 con cui si va al riposo.

Nella ripresa Fonti ridisegna la squadra con gli ingressi di Zanon, Nalesso e Michelotto: è proprio quest’ultimo, al 13′, a pennellare la sfera sulla testa di Aliù, che però colpisce senza troppa convinzione e manda a lato. Il gol del Campodarsego, sceso in campo con tutto un altro piglio, è però nell’aria e arriva al 17′: Radrezza accorcia le distanze con una bella punizione a giro che supera Vencato. Proprio l’ingresso in campo di Michelotto dà una velocità superiore agli uomini di Fonti: l’ex Vigontina al 19′ serve Nalesso, sulla cui deviazione è miracolosa la respinta di Vencato, e al 22′ chiama il portiere bellunese ad una respinta sulla quale si avventa Trento, che da fuori area riapre la partita con la rete del 3-2. Il Campodarsego si rianima ancora di più, e al 30′ va vicinissimo al pareggio: dopo la triangolazione Pietribiasi-Nalesso, Vencato è provvidenziale due volte, prima sulla conclusione del primo, poi sulla ribattuta del secondo. Una parata provvidenziale, perché in contropiede, sul ribaltamento di fronte, Rocco trova la personale tripletta e praticamente chiude la partita. Non è proprio giornata per il Campodarsego: al 40′ Pietribiasi colpisce pure una traversa, prima che Quarzago, in pieno recupero, trovi in contropiede anche la quinta rete di giornata.

G.N.