Controlli della Dia ai cantieri del terzo lotto della terza corsia sulla A4

"Verifiche di routine" assicurano da Autovie

Il terzo lotto della terza corsia della A4, tra Alvisopoli e Gonars, è oggetto da stamane a controlli a tappeto in relazione alla regolarità dei lavori attualmente in corso da parte del raggruppamento composto dalle imprese Piazzarotti e Rizzani De Eccher.
L’operazione interforze è stata disposta dal Prefetto di Udine, Vittorio Zappalorto, su indicazione della Direzione investigativa antimafia.

“Si tratta di verifiche di routine – conferma il presidente di Autovie Venete Maurizio Castagna – che vengono effettuate soprattutto nei cantieri delle grandi opere, controlli che hanno l’obiettivo di vigilare sui grandi appalti per impedire e scoprire eventuali infiltrazioni mafiose o criminali e anche per verificare il rispetto delle normative sul lavoro e sulla sicurezza”.

Massima disponibilità e collaborazione, quasi scontato dirlo, da parte di Autovie Venete e delle ditte impegnate nella costruzione dell’opera. “Del resto – aggiunge Castagna – proprio per sancire la massima sinergia fra forze dell’ordine e Stazione Appaltante, per tutti i lotti della terza corsia sono stati sottoscritti – con le Prefetture interessate – appositi Protocolli di Legalità, con i quali mettiamo in pratica il principio di leale collaborazione fra le istituzioni, per attuare un’azione comune che ha come obiettivo la massima trasparenza e legalita’ nella realizzazione di un’infrastruttura strategica”.

Tra le azioni previste nei Protocolli, il rafforzamento dei controlli preventivi sul rilascio delle documentazioni antimafia; la predisposizione di piani di controllo coordinato dei cantieri e tavoli di monitoraggio per il tracciamento dei flussi di manodopera, in modo da evitare i fenomeni di sfruttamento del lavoro. E’ stata anche l’istituita l’Anagrafe degli esecutori, un portale che raccoglie tutte le informazioni sulle imprese coinvolte nell’opera.

A proposito intanto di terza corsia, il cantiere del terzo lotto si allunga di cinque chilometri. I lavori per il suo prolungamento, che si svolgeranno in due fasi, inizieranno alle ore 21 di questa sera, giovedì 14, e dureranno fino alle 5 del mattino di domani, venerdì 15, per quanto riguarda la prima fase, mentre la seconda è stata pianificata da lunedì 18 a venerdì 22 settembre.

Il tratto interessato va dal km 480 al km 485, in comune di Porpetto (in Friuli Venezia Giulia). In questo tratto le corsie di marcia vengono ridotte a 3 metri e 50 di larghezza e viene eliminata la corsia di emergenza; vengono inoltre chiuse le piazzole di sosta. La prima attività in programma giovedì 14 e venerdì 15 prevede la cancellazione della segnaletica orizzontale bianca che verrà sostituita con quella gialla “di cantiere”.

Da lunedì 18 a venerdì 22 settembre, invece, verranno collocati i New Jersey che delimiteranno la carreggiata. Anche in questo tratto, sono attivi i varchi (sono complessivamente 40 su tutto il lotto) per consentire gli ingressi di emergenza. Nel tratto interessato dai lavori il limite di velocità – per tutti i veicoli – resta fissato a 80 chilometri all’ora mentre per i mezzi pesanti è ridotto a 70 chilometri all’ora con divieto di sorpasso.