Marrone riconfermato presidente della Camera degli Avvocati della Riviera e Miranese

DOLO. Stefano Marrone, 57 anni, oltre trent’anni di avvocatura con specializzazione penale e d’impresa sulle spalle e i processi più importanti degli ultimi tre decenni appuntati sulla toga, è stato riconfermato lunedì scorso presidente della Camera degli Avvocati della Riviera del Brenta e del Miranese.

L’elezione si è svolta al ristorante Belvedere di Fiesso d’Artico e ha visto una bella presenza di colleghi sia giovani che più esperti. Presenti inoltre 2 rappresentanti del consiglio dell’ordine degli avvocati di Venezia, il rappresentante della camera civile e quello della camera penale veneziana. Ad ottobre si era già svolta una prima elezione che però non aveva prodotto alcun risultato: Marrone aveva lasciato spazio ad un nuovo presidente ma nessuno si era fatto avanti. E’ così che a fronte delle richieste di molti colleghi, si è dichiarato disponibile ed è stato rieletto.

 

Assieme a Marrone, che resterà in carica per i prossimi 4 anni, è stato eletto anche il nuovo consiglio direttivo che è così composto da Marco Matterazzo, vicepresidente, Nicola Ermolao segretario, Roberta Carraro tesoriere, Laura Migliorini consigliere.

 

 

 

All’assemblea è stato inoltre festeggiato Ivone Cacciavillani per i suoi sessanta anni di toga, un traguardo eccezionale, giustamente omaggiato da tutti i colleghi della Riviera e del Miranese.

“Sono onorato della rinnovata fiducia dei colleghi – dichiara l’avvocato Marrone – Anche il nuovo direttivo è un’ottima squadra con cui cercheremo di lavorare in sinergia per rafforzare i risultati ottenuti fino ad oggi e migliorare sempre nell’interesse dell’avvocatura dolese e miranese”.

Ambizioso il programma del nuovo presidente che punta ad abilitare Dolo a tenere in videoconferenza le udienze in tribunale con Venezia, utilizzando il supporto audiovideo già presente nell’aula del Giudice di Pace. Nel programma anche uno sportello per varie attività al momento svolte a Venezia, come giuramenti, CTU, ecc., così da rafforzare il prestigio dell’avvocatura dolese, rendendola protagonista e rappresentativa del territorio.

Sara Zanferrari