Michele Zanetti candidato sindaco a Pianiga per il Movimento 5 Stelle

PIANIGA. Il Movimento 5 Stelle a Pianiga è nato nel 2012, in prossimità delle elezioni del Sindaco nell’anno 2013, quando un gruppo di amici si è trovato a parlare di politica, osservando che i comuni erano per lo più amministrati con un livello di correttezza che faceva onore a sindaci e giunte, agli antipodi rispetto agli scandali correnti. I peccati più frequenti delle amministrazioni locali non erano le evidenti disonestà ma le omissioni, tutte quelle cose che si potrebbero fare e non si fanno, non perché non si voglia ma perché manca la sensibilità per farle diventare importanti.

Partendo da una riflessione sui centri di aggregazione, sui luoghi di incontro per le persone, sulle occasioni di vivere il paese come qualcosa di vitale, si sono trovati concordi nel riconoscere il ruolo importantissimo che un’amministrazione comunale ha nel creare un clima aperto e attento all’interno di un determinato territorio.

Stanco delle politiche dei partiti storici, il gruppo ha deciso così di riunirsi sotto la bandiera del movimento 5 stelle che  esprime una forte sensibilità per i temi dell’ecologia, della partecipazione, dell’indipendenza dai poteri forti e dalle ideologie, un’attenzione importante al tema dell’onestà , della trasparenza,  all’innovazione, con la volontà di  creare un’alternativa.

Un primo risultato è stato raggiunto già alle elezioni comunali del 2013, quando il lavoro di gruppo ha portato all’elezione di 3 consiglieri nel consiglio comunale.

Ora, nel 2018, il movimento 5 stelle di Pianiga propone un sindaco che ha una sensibilità sociale ed ecologica molto forte, notevole capacità di aggregare le persone, una genuina passione per lo sport , ama il proprio paese e ne è un membro attivo da sempre: Michele Zanetti, da cinque anni consigliere del Movimento 5 Stelle dell’attuale consiglio comunale, uno di quegli amici che hanno ispirato il cambiamento già nel 2012.

Il progetto del gruppo e del suo candidato sindaco verrà presentato l’11 maggio alle 21 nella sala convegni soprastante le poste di Cazzago.

Sara Zanferrari