Mirano, Lega: polemica sui richiedenti asilo

È scoppiata la polemica.

Il tutto è partito dalle proteste di alcuni residenti di via Luneo. Qui, sopra il bar “The 1680”, c’è una casa dove abitano alcune donne nigeriane richiedenti asilo. Alcuni cittadini hanno però segnalato che durante il giorno e la notte ci fossero troppe visite sospette: il pensiero è che, in realtà, l’appartamento ospiti un numero maggiore di persone rispetto a quelle previste.

E così la Lega ha fatto sua la questione. Il consigliere Andrea Tomaello ha dichiarato che: «Secondo alcune segnalazioni di cittadini, sembrerebbe che in questi giorni in via Luneo a Mirano, sopra il bar “The 1608”, siano arrivati alcuni richiedenti asilo nigeriani. Dovrebbero essere alcune donne, ma vengono più volte segnalati movimenti strani anche di molti uomini a tutte le ore del giorno e della notte. Abbiamo contattato il Comune di Mirano per avere dei chiarimenti ma loro smentiscono l’arrivo, basta passare per di la’ e notare la loro presenza. Come mai il Sindaco non sa niente e non ha la situazione sotto controllo? Ci sembra davvero grave che i richiedenti asilo siano arrivati all’insaputa del Sindaco, che tra l’altro non molto tempo fa aveva annunciato che Mirano aveva già dato in termini di accoglienza».

La risposta è arrivata dall’assessore alle politiche sociali Gabriele Petrolito che, dopo aver specificato che in quello stabile abitano 5 donne nigeriane, ha ribadito che negli ultimi anni il numero Mirano ha rispettato il numero di arrivi stabiliti dalla prefettura. Petrolito ha poi specificato che: «è molto grave che una situazione sospetta, anziché essere segnalato alle forze dell’ordine, sia stata utilizzata per polemiche politiche».

Ernesto Castro