Presentata da Massimiliano Fedriga la nuova giunta del Fvg

Con Riccardo Riccardi vice con le deleghe del settore sociosanitario

Le previsioni della viglia, alla fine, sono state confermate. Le deleghe più delicate e, nello stesso tempo, più “pesanti” riguardanti il settore della sanità e delle politiche sociali, che sono state il principale oggetto di discussione in campagna elettorali, sono finite nelle mani di Riccardo Riccardi il quale è stato “dirottato” dopo che fino ad un paio di giorni fa pareva essere certo che dovesse tornare ad occuparsi delle infrastrutture, riassumendo il ruolo che già aveva avuto dal 2008 al 2013 con Renzo Tondo.

Riccardi, che rivestirà l’incarico di vicepresidente e che si occuperà pure delle politiche per i disabili, avrà pure la delega per la Protezione civile, altro settore estremamente difficile per una regione come il Friuli Venezia Giulia che, a dire il vero, in questo comparto è sempre stata ai livelli massimi in ambito nazionale. E’ stata questa, dunque, una delle principali novità della nuova giunta regionale che oggi il Governatore Massimiliano Fedriga ha presentato ufficialmente alla stampa, mantenendo quindi l’impegno che si era assunto subito dopo la sua proclamazione.

“Siamo riusciti a tener fede a quelle che avevamo detto – ha affermato Fedriga – e tutto alla fine si è chiuso in questi ultimi tre giorni, con grande senso di responsabilità da parte di tutte le forze politiche e rispettando soprattutto sia il grado di competenza che l’equilibrio della rappresentanza territoriale”. Per quanto riguarda la scelta di affidare le deleghe relative al comparto sociosanitario all’ex capogruppo di Forza Italia, il Governatore ha sottolineato che “Riccardi l’ho voluto io in virtù della sua esperienza politica, consapevole che saprà svolgere il suo incarico con grande responsabilità e professionalità, imprimendo al ruolo una forte connotazione politica sapendo che potrà avvalersi di competenti tecnici regionali”.

La giunta comunque è così composta: Riccardo Riccardi (Forza Italia) sarà vicepresidente e assessore alla Salute, Politiche sociali e Disabilità, avrà anche la delega alla Protezione civile; Sergio Bini (Progetto Fvg), assessore alle Attività produttive; Sebastiano Callari (Lega), assessore alla Funzione Pubblica e Semplificazione; Pierpaolo Roberti (Lega), assessore alle Autonomie locali, Sicurezza e Politiche comunitarie; Fabio Scoccimarro (FdI), assessore all’Ambiente ed Energie; Graziano Pizzimenti (Lega), assessore alle Infrastrutture e Territorio; Stefano Zannier (Lega), assessore alle Risorse agroalimentari e forestali; Barbara Zilli (Lega), assessore alle Finanze e Patrimonio; Tiziana Gibelli (FI), assessore alla Cultura e allo Sport; Alessia Rosolen (indipendente), assessore al Lavoro, Istruzione, Ricerca Formazione e Famiglia. In capo al governatore rimangono le deleghe Affari internazionali e Montagna e sarà inoltre commissario straordinario al dissesto idrogeologico, alla Terza corsia e alla Ferriera di Trieste.

“Tutti gli assessorati – ha rimarcato Fedriga – sono stati assegnati in relazione alle diverse competenze ed esperienze. Sono convinto che potrà essere un’ottima giunta per lavorare insieme. E’ una risposta agli impegni presi in campagna elettorale”.

 

Da evidenziare le presenze di Alessia Rosolen, già assessore nella giunta del 2008 di Renzo Tondo che le revocò l’incarico a metà mandato in seguito alla sua vicinanza alla lista Un’altra Trieste dell’ex forzista Franco Bandelli (la stessa lista che Tondo nel 2013 non volle nella coalizione e la cui percentuale di voti ottenuta fu tale da far perdere al centrodestra le elezioni a vantaggio di Debora Serracchiani), e di Tiziana Gibelli, originaria del pordenonese, già direttore generale della cultura in regione Lombardia con presidente Roberto Formigoni e attuale direttore della società che si occupa della valorizzazione dei Navigli.

Un nome completamente nuovo rispetto a quelli fatti nei giorni scorsi, che va ad occupare uno dei tre posti della componente femminile, cui sembrava potesse essere designata Giulia Manzan, segretaria regionale di Autonomia Responsabile, la civica di Renzo Tondo che è rimasta invece a bocca asciutta, ” anche se – ha detto Fedriga rispondendo ai giornalisti – fa parte del Consiglio e della maggioranza e avrà tutte le soddisfazioni possibili”.

Lucio Leonardelli