Addio Aldo

Aldo Toniolo, noto per essere il presidente del comitato Salvioli che ha trattato varie tematiche riguardanti il futuro della cittadina (in particolare l'ospedale) è stato colpito da malore in casa il 24 dicembre

Attivo fino all’ultimo, se n’è andato a causa di un improvviso malore che l’ha colto il giorno della Vigilia di Natale. “Mirano perde un componente fondamentale della propria coscienza civica”, si sottolinea sui social network. Aldo Tonolo, 76 anni, da anni era il coordinatore del comitato Carlo Salvioli, associazione che non ha mai arretrato di un millimetro nel suo intento di controllo dello sviluppo della sanità del Miranese, compresa la delicata fase di riorganizzazione degli ospedali di Mirano e Dolo. Un pungolo per le istituzioni, occupandosi negli anni di grandi e piccole questioni d’interesse per la cittadinanza.

Tonolo era finito sui giornali anche nel corso degli ultimi giorni, con articoli sulla passerella di legno inaugurata di recente nel parco di villa Belvedere che con il ghiaccio diventa piuttosto insidiosa o sul rischio che l’ex cinema Impero, in pieno centro, diventi una discarica abusiva. Uno dei suoi “pallini” era il Molino di Sotto, stabile che ancora attende di capire in che modo sarà recuperato. Nella sua vita Tonolo è stato amministratore unico della società Centro plastica srl di Mirano e ha fatto parte del Consiglio di amministrazione del Mariutto, ma è stato soprattutto una voce che negli anni ha saputo farsi ascoltare con lo sguardo sempre proteso verso il futuro e il bene di Mirano.

n.s.