Cerimonia del primo cartello stradale grazie agli Amici della Laguna e del Porto

L’assessore comunale alla Coesione sociale, Simone Venturini, l’ing. Loris Sartori  dell”ufficio Mobilità e Trasporti del Comune, la dirigente dell’ufficio Progettazione Educativa assieme al presidente dell’associazione Amici della Laguna e del Porto, Roberto Tonissi, mercoledì 9 maggio, presso la scuola Calamandrei di via dell’Edera a Chirignago, hanno partecipato alla cerimonia di posizionamento del primo cartello presente nel territorio del Comune di Venezia, realizzato con i disegni dei bambini delle scuole elementari e medie vincitori del concorso “C’è spazio per tutti! Vuoi il mio parcheggio… ti do anche il mio handicap”, per segnalare i parcheggi pubblici riservati ai disabili.

“Siete la prima scuola da cui parte il progetto – ha esordito l’assessore Venturini rivolgendosi ai ragazzi – e state dando una grande lezione a noi adulti con questo cartello stradale, ovvero un insegnamento che resterà nel tempo e di cui beneficeranno tutti coloro che passeranno di qua. Il Comune di Venezia quindi vi ringrazia e vi invita a diffondere questo messaggio ai vostri amici e alle vostre famiglie: quando un giorno avrete la patente o i vostri genitori dovranno parcheggiare la macchina sarete particolarmente attenti a rispettare le regole e a non occupare un posto per disabili”.

L’iniziativa è stata promossa dall’associazione “Amici della Laguna e del Porto” a partire da un concorso avviato l’anno scorso che ha coinvolto l’Ufficio di Progettazione educativa del Comune di Venezia, in collaborazione con le associazioni “Il Piccolo Principe” e “Oltre il muro” e si è concretizzato in alcuni progetti educativi attraverso i quali, i bambini delle scuole materne, elementari e medie hanno trattato i temi della diversità e della disabilità.

È il coronamento di un sogno, afferma Roberto Tonissi, ma soprattutto una grande soddisfazione vedere questo meraviglioso cartello, realizzato con la fantasia , i colori e la sensibilità dei ragazzi. Questo progetto rafforza in maniera ancora più forte e concreta il legame che abbiamo con il nostro territorio e con l’amministrazione comunale, ma soprattutto ci vede in prima linea, assieme al nostro amico Pietro Martire dell’associazione Oltre il Muro, nella battaglia contro la maleducazione di chi parcheggia la propria macchina nei parcheggi riservati ai disabili.

Nei prossimi giorni altri ottanta cartelli saranno posizionati in altrettante aree parcheggio del Comune, dal Taliercio al Decathlon Marghera e Mestre, da tutti gli stalli dei parcheggi per disabili presenti nei pressi delle scuole aderenti al progetto, al Porto di Venezia, dal Novotel Venezia Mestre Castellana ad alcune grandi realtà commerciali del territorio.

G.N.P.