Associazionismo

Il club Rotary Padova festeggia 70 anni

Questa sera, venerdì 7 marzo, il Rotary Padova festeggerà il suo 70esimo compleanno nella bella cornice della Sala delle Conchiglie di Villa Contarini a Piazzola sul Brenta. Una grande festa per un grande club, il più antico di Padova ma anche uno dei primi nati fra i club italiani. Ad accogliere i numerosissimi invitati sarà il presidente dell’annata 2018/19 professor Alessandro Calegari.

Hanno confermato, tra gli altri, la propria presenza il Prefetto Renato Franceschelli, il Sindaco di Padova Sergio Giordani, il Presidente della Provincia Fabio Bui, il Sindaco di Piazzola Enrico Zin, il Comandante interregionale dei Carabinieri Gen. C.A. Enzo Bernardini, il Gen. Div. Giuseppe La Gala, comandante della Legione Veneto, il col. Oreste Liporace, comandante provinciale, il Dirigente dell’Ufficio scolastico dott. Roberto Natale, il Prorettore Giovanna Valenzano, in rappresentanza dell’Università di Padova.

Un quintetto de I Solisti Veneti, accompagnato dalla prof. Clementine Hoogedoorn, si esibirà all’inizio della serata, in ricordo del Maestro Claudio Scimone, già socio onorario del Club.

Molti gli ospiti e le autorità rotariane presenti, a cominciare dalle delegazioni dei Club di Istanbul, Rieti e Ginevra, gemellati con il Club patavino. Oltre ad esse, il Governatore del Distretto 2060, Riccardo De Paola, il Rappresentante del Presidente internazionale per il Sud Europa, Roberto Xausa, tutti i presidenti degli altri 9 Club padovani, i 4 presidenti degli altri club del Distretto che celebrano il proprio 70° anniversario nel 2019 (Belluno, Rovigo, Trento e Treviso), infine diversi past Governatori. italiani e stranieri. In tutto sono previste almeno 200 persone.

Il tema celebrato è quello dell’Amicizia tra i popoli. Commenta la scelta il presidente Calegari: “Ciò che rappresenta la forza del Rotary è l’amicizia, che consente di valorizzare e superare le diversità; nel Rotary operano infatti tante persone, diverse per professione, interessi, provenienza, religione, cultura, tutte però accomunate da un forte spirito di servizio e dalla comune passione di agire in modo disinteressato per migliorare le condizioni della società e promuovere il bene comune”.

Nel corso dei suoi 70 anni di storia, il Club di Padova ha effettuato moltissimi service, in Italia e nel Mondo. Non ha fatto mancare il suo aiuto in occasione di eventi calamitosi, come l’alluvione nel Polesine o il Terremoto in Friuli. Ma è pure intervenuto per difendere il patrimonio culturale della città, com’è accaduto in occasione del restauro della Sala Rossini del Caffè Pedrocchi.

Tra i molti service dell’annata corrente, i soci del Club hanno impegnato tempo, denaro e professionalità per avviare la realizzazione di una struttura ricettiva gestita da ragazzi disabili presso la Chiesa di Santa Sofia. Il progetto è patrocinato da Comune, dall’Ulss e dalla Parrocchia, oltre ad essere finanziato dalla Fondazione Cariparo. Un secondo progetto vede impegnato il Club nella lotta alle tossico e alcol dipendenze dei giovani, con l’allestimento di uno spettacolo sceneggiato e recitato dai ragazzi delle scuole superiori della provincia, sotto la supervisione dell’Ufficio scolastico e dell’Ulss. Grazie al Rotary lo spettacolo sarà offerto gratuitamente alla cittadinanza il 28 maggio al Teatro Verdi, generosamente concesso per l’occasione dall’Amministrazione comunale.

Sara Zanferrari

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close