Controllo del vicinato

A novembre incontri per promuovere la formazione di nuovi gruppi

Il progetto Gruppi di Controllo del Vicinato cresce. Per novembre, infatti, sono in programma due incontri con la cittadinanza per illustrare le modalità di funzionamento dei gruppi e, soprattutto, crearne di nuovi. Il primo incontro è previsto per martedì 7 novembre a Campocroce, nella scuola “Pellico”; il secondo, martedì 14 novembre a Mirano, al Teatro Belvedere. Per entrambi l’orario è alle 20.30. Saranno presenti la sindaca Maria Rosa Pavanello, la rappresentante dell’Associazione nazionale Controllo del Vicinato Antonella Chiavalin e i rappresentanti delle forze dell’ordine. Durante le serate sarà possibile dare la propria adesione ai gruppi.

I Gruppi di Controllo del Vicinato sono un efficace strumento di controllo del territorio e prevenzione dei furti. Si basano sulla partecipazione volontaria dei cittadini che, organizzati in gruppi, percorrono le strade del proprio quartiere in cerca di situazioni anomale, che sono tenuti a segnalare alle forze dell’ordine, con le quali sono in stretto contatto. Non solo. Sono anche un importante strumento di rafforzamento della coesione sociale, perché valorizzano percorsi di cittadinanza attiva, di partecipazione alla cura del proprio territorio, perché portano i cittadini fuori di casa, li fanno incontrare in una rete e riappropriare dello spazio in cui vivono.

È importante evidenziare che solo i Gruppi di Controllato di vicinato sono riconosciuti dalle autorità e dalle forze dell’ordine, operando in conformità con quanto stabilito nell’apposito protocollo che il Comune ha siglato con la Prefettura. Ogni altra forma di controllo del territorio (es. ronde fai da te) non è regolare e potenzialmente pericolosa. Come evidenziato dal prefetto Carlo Boffi, infatti, vanno evitati «comportamenti non conformi alle disposizioni normative vigenti in materia, tali da creare possibili ingerenze nell’attività di repressione, propria delle Forze di Polizia, con conseguenti responsabilità anche di carattere penale».

 

 

«La sicurezza dei cittadini – sottolinea la sindaca Pavanello – è un tema che ci sta molto a cuore. Con i Gruppi di Controllo del Vicinato ci siamo dotati di un ottimo strumento, rispettoso delle norme, efficace nel coinvolgere i cittadini. Ci auguriamo che l’adesione sia sempre più ampia, per assicurare sempre maggior copertura del territorio».

 

G.N.P.