Decurtazioni dagli stipendi a favore di Progetto Donna

Progetto Donna, 27 mila euro grazie ai tagli della giunta

Sono circa 27 mila euro i risparmi di sindaco e assessori detratti finora dai loro stipendi, che saranno devoluti al centro veneto “progetto Donna”. È in fase di liquidazione un assegno da 26.421,24 euro, frutto del taglio su tutti i loro compensi del 10%. «Abbiamo scelto di destinare questi soldi» ha spiega la giunta attraverso una nota «a chi compie un’attività fondamentale a fianco delle donne vittime di violenza. Purtroppo, ogni giorno la cronaca ci ricorda come la violenza sulle donne e il femminicidio siano un’emergenza davanti alla quale è impossibile chiudere gli occhi.

Come amministrazione siamo impegnati nel sostegno istituzionale alla lotta per la parità e contro la violenza di genere, con progetti di assistenza alle vittime e sensibilizzazione sul tema, ma abbiamo voluto anche dare un aiuto tangibile destinando al centro veneto Progetto Donna, che a Padova costituisce un punto di riferimento importante per tutte le donne che decidono di denunciare la violenza, assistendole completamente». La somma è relativa alle decurtazioni dei primi sei mesi di amministrazione, da luglio a dicembre.

Giuliana Lucca