Due ragazzi e due papà speciali alla Dogi’s Half Marathon

STRA. Sarà una partenza speciale quella di quest’anno per la Dogi’s Half Marathon da Villa Loredan di Stra.

Prima dei runners infatti partiranno come apripista Marco Mazzato col figlio Gabriele di 12 anni, e Andrea Rampin con Matteo di 18, con delle biciclette molto particolari, in grado di essere portate anche da ragazzi con autismo. Questi papà e i loro ragazzi infatti fanno parte della conosciuta Associazione ‘Famiglie e Abilità Onlus’, che aiuta sul territorio della Riviera del Brenta i ragazzi con disabilità e le loro famiglie, in particolare chi soffre di autismo.

L’idea di partecipare alla mezza maratona della Riviera è venuta l’estate scorsa al presidente dell’Atletica Riviera del Brenta, ente organizzatore della corsa, quando durante la Festa dello sport ha visto la particolare bicicletta che papà Marco ha costruito artigianalmente in modo da dare la possibilità a Gabriele di stare davanti e poter così vedere e interagire con il mondo.

Correre davanti infatti ha molteplici effetti positivi per chi normalmente è trasportato: poter osservare, sentire e vedere tutto quello che succede intorno, cose e persone in movimento, e così via, tutte attività che stanno donando a Gabriele una motricità e delle competenze di attenzione, visive ecc. che prima non aveva. Tutto questo anche in breve tempo, e soprattutto trascorrendo del tempo piacevole col papà.

“Il messaggio che vogliamo dare partecipando a questa importante manifestazione, che ha tanta visibilità -raccontano papà Marco e mamma Alessandra Boran – è di non scoraggiarsi mai, mai scartare nessuna possibilità per i propri figli, non rassegnarsi mai se crediamo che una cosa sia buona per i nostri ragazzi”.

A questi genitori e ai loro figli auguriamo 100 di queste “maratone” !

Sara Zanferrari