Entrata anticipata per aiutare i genitori

Su richiesta dei genitori sarà possibile attivare il servizio di entrata anticipata, nei plessi delle scuole primarie “L. Radice” e “T. Vecellio” di Mestre, estendibile anche a tutte le altre scuole dell’Istituto Comprensivo di viale San Marco. L’11 settembre infatti, a favore della Cooperativa Sociale “Squero” – Onlus, ed in accordo con il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo di Viale San Marco, il professor Davide Frisoli, ed il Rappresentante dei genitori dottor Salvatore Indelicato, è stata siglata la convezione per il servizio di “Accoglienza Anticipata” per l’anno scolastico 2018/2019.

Questo servizio è destinato alle famiglie, i cui genitori per problemi legati al proprio orario di lavoro, incontrano difficoltà ad accompagnare i propri figli all’apertura dei cancelli per l’inizio dell’attività scolastica. Un servizio che l’anno precedente ha coinvolto più di trentacinque bambini presso il plesso “T. Vecellio” e circa venti presso il plesso “L. Radice”.

<< Questi dati evidenziano indubbiamente l’importanza di questo servizio all’interno del nostro territorio e quanto sia fondamentale lasciare i propri figli in un contesto sereno, affidandoli a persone qualificate che amano il proprio lavoro. La Cooperativa, per proprio ideale, mira alla qualità e non alla quantità del servizio>> fanno sapere dagli istituti.

<< Il tratto che ci distingue è il collegamento diretto con la scuola – spiega la Presidente della cooperativa sociale Squero, la dottoressa Gabriella Trevisan -. Infatti, i nostri educatori vanno ai colloqui con i professori, andando a creare una vera e propria rete tra scuola e famiglia. Questo collegamento ci consente di seguire al meglio i ragazzi affidati, e di avere sempre sotto costante controllo la loro situazione scolastica e, in caso di evidenti problemi, ci permette di intervenire tempestivamente in stretta collaborazione con l’insegnante>>.

Poi la Presidente passa a sottolineare un altro aspetto. <<Un altro argomento importante, sul quale la nostra Cooperativa si sta impegnando da protagonista in collaborazione con Legacoop Veneto – conclude la dottoressa Gabriella Trevisan -, è il tema dei disturbi specifici dell’apprendimento (DSA). Infatti, sullo specifico tema, promuoviamo convegni per formare e informare insegnanti e famiglie su tali problematiche>>. È in fase di risoluzione, infine,  il progetto “Salto Sciopero”, una idea quest’ultima condivisa con il dottor Salvatore Indelicato, finalizzata esclusivamente a salvaguardare le famiglie lavoratrici in difficoltà nella gestione dei figli, in caso di sciopero.

Gian Nicola Pittalis