Incontro pubblico su Volontariato e immigrazione

DOLO. Un incontro pubblico di grande rilevanza quello organizzato in Villa Ferretti Angeli dall’Associazione Il Portico in occasione della propria festa sociale annuale la scorsa settimana, con relatori di peso e una sala davvero gremita di gente.

Hanno aperto l’incontro i saluti del vice sindaco di Dolo, Gianluigi Naletto,  e l’intervento di Alessandro Gozzo, presidente dell’associazione, che ha presentato due migranti arrivati dal Gambia, Alagie e Omar, residenti ad Arino, i quali hanno evidenziato purtroppo l’ostilità che spesso incontrano sul territorio.

Dopodiché si è entrati nel vivo con l’intervento molto significativo del professore di demografia dell’Università di Padova e Senatore della Repubblica, Gianpiero Dalla Zuanna, che ha evidenziato il calo di arrivi che in realtà si è verificato dal 2006 con la crisi economica. “L’Italia non è più un’attrattiva per i migranti ed il loro arrivo è in calo – osserva il Senatore – In Italia cercano una vita migliore ed un lavoro ma la situazione nel paese, nonostante una leggera ripresa, non è più attraente per loro.”

Il sindaco di Spinea Silvano Checchin, poi, in qualità  di presidente della Conferenza socio-sanitaria dei Sindaci del Miranese e Riviera del Brenta, ha fatto il punto sulla situazione di accoglienza del territorio. “Nei 17 comuni della conferenza sono 434 gli ospiti. 398 sono stati accolti tramite il centro di accoglienza straordinaria e 36 tramite lo Sprar, in questo caso solo due i comuni interessati, Spinea con 15 ospiti e Mirano con 21. Per quanto riguarda il Cas da segnalare che Mira fa la parte del leone con 138 ospiti, seguita da Dolo con 63, Mirano 43 e Santa Maria di Sala con 30. Fossò, Scorzè e Vigonovo non hanno presenze.”

Il Presidente del C.S.V di Padova, Emanuele Alecci,  ha proposto un decalogo alle associazioni per operare nel territorio, interrogandosi ed interrogando sull’utilità del volontariato “così come lo stiamo facendo ora”.

Termina Marta Battistella, coordinatrice provinciale della campagna ‘Ero-Straniero’, la quale ha illustrato l’iniziativa popolare per la raccolta di 50.000 firme per un disegno di legge sull’immigrazione, ‘Ero Straniero – l’umanità che fa bene’ .

Moderatore della serata, conclusasi a notte inoltrata con un piccolo dibattito ed un rinfresco equo-solidale a cura di Arino Solidale, il presidente dell’associazione Catarsi, Claudio Costantini.

Presenti numerosi rappresentanti delle Amministrazioni rivierasche: oltre ai già citati vicesindaco Naletto e al consigliere Costantini di Dolo, la consigliera di Mira Lavinia Vivian, l’assessora ai servizi sociali di Mira Chiara Poppi, la consigliera di Dolo Carlotta Vazzoler.

Sara Zanferrari