«Ipab sempre più integrate, servizi di maggiore qualità»

VENEZIA – L’assessore alla Coesione sociale Simone Venturini in visita ai Centri servizi dell’Ire di San Giobbe, Zitelle e San Lorenzo accompagnato dai responsabili delle strutture. «Vogliamo verificare la qualità dei servizi offerti e gli standard sono estremamente elevati. Questa amministrazione ha voluto introdurre una forte sinergia tra le Ipab, in particolare coinvolgendo l’Ire e l’Antica Scuola dei Battuti. Le stiamo risanando economicamente, affinché mantengano e, se possibile, aumentino ulteriormente i servizi erogati ai cittadini». Sono in tutto 360 i posti accreditati dalla Regione nelle tre residenze di Venezia (90 a San Giobbe, 90 alle Zitelle e 180 a San Lorenzo), cui vanno ad aggiungersi i 120 in quello alla Gazzera in terraferma. Ma oltre alle residenze, ci sono anche 36 posti accreditati nei due Centri diurni di San Giobbe (16) e delle Zitelle (20), che svolgono una funzione di riabilitazione, offrendo attività che favoriscono il rallentamento del decadimento cognitivo. «L’input è che i centri diventino sempre più luoghi aperti, sia per i loro ospiti che per i cittadini» conclude l’assessore.

A.V.