La giornata del cuore, calcio e beneficenza con Telethon e Avis Veneto

Una giornata di calcio all’insegna della solidarietà. Sabato 5 maggio, alle 14:30, lo stadio comunale di Mirano sarà teatro della Giornata del Cuore, manifestazione di raccolta fondi per Telethon. Quest’anno l’evento è particolarmente importante perché verrà anche festeggiato il cinquantesimo anniversario dell’Avis regionale Veneto.

Due i triangolari calcistici previsti. Il primo sarà alle 14:30 e si affronteranno le squadre primi calci (anni 2011-2012) di Miranese, la Pol. S. Pio X Mirano e la Pol. Città di Mirano che rappresenteranno così l’intero panorama dei vivai calcistici della città. In seguito, alle 15:30, il secondo triangolare in cui si affronteranno la Nazionale Italiana Artisti Tv, la Giornalisti Tv Pressing e la Mirano Dream Team (una squadra composta da allenatori e vecchie glorie del calcio Miranese).

L’ingresso è libero e, ovviamente, sarà possibile fare un’offerta a Telethon nei punti predisposti all’interno dello stadio. Vi sarà anche un gazebo informativo per conoscere le attività che Avis regionale Veneto mette in campo da 50 anni.

La giornata è anche una tappa fondamentale di avvicinamento alla festa per il centenario della Miranese, in programma nel 2019. La società esporrà infatti la Coppa Italia dilettanti vinta nel 1974 e saranno presenti anche alcuni protagonisti di quella storica vittoria.

«Siamo felici che Mirano ospiti una manifestazione di questo livello –ha spiegato la sindaca Maria Rosa Pavanello- La voglia di mettersi assieme per aiutare il prossimo è una caratteristica fortemente distintiva di Mirano, che vanta un attivo e radicato associazionismo, specie nello sport e nel sociale. La Giornata del Cuore è una bellissima conferma».

Soddisfazione condivisa anche dall’assessore allo Sport Cristian Zara: «Abbiamo fortemente voluto questa iniziativa, Mirano è città solidale e lo sport, prima di altri settori, è sempre stato sensibile a certe problematiche. Con Telethon abbiamo voluto organizzare questo evento per dare un forte segnale in tal senso. Segnale amplificato dal fatto che ci saranno anche Avis regionale, nel cinquantesimo della propria fondazione, Avis provinciale e Avis Comunale».

Dopo aver ringraziato il Comune di Mirano e gli altri soggetti che hanno reso possibile l’evento (Usd Miranese, Avis comunale Mirano, Avis regionale veneto e Telethon) Zara ha lanciato un appello alla cittadinanza: «Vi aspettiamo in molti, per festeggiare insieme, per dimostrare ancora una volta che la solidarietà sta di casa a Mirano».

Matteo Riberto