L’ex Macello vuole tornare al centro della vita culturale di Dolo

DOLO. Dopo alcuni anni in cui l’ex macello di Dolo si sta utilizzando prevalentemente come sede per mostre, convegni o incontri pubblici, l’Amministrazione decide di ridargli centralità nella vita culturale del paese concedendolo in uso ad una decina di Associazioni locali che ivi attiveranno alcune loro proposte ed attività.

“Diverse associazioni ci avevano chiesto di promuovere iniziative singole – commenta l’assessore alla Cultura Matteo Bellomo – e così si è pensato di dare la disponibilità dei locali, che potranno utilizzare a turno così da dare presenza a un edificio che ora è aperto solo in occasioni particolari, mentre in passato era stato il centro della cultura di Dolo”.

E’ così che lo scorso fine settimana alcune associazioni si sono incontrate con l’assessore Bellomo, il vicesindaco Gianluigi Naletto, la responsabile del settore Ilaria Morelli e il geometra Zagallo, per presentare l’iniziativa, che ha un suo nome e logo: ‘Spazio BACK UP – riserva di arte e di idee’. Il progetto partirà questa settimana e durerà fino a luglio, inizialmente a livello sperimentale. Le associazioni dunque si suddivideranno gli spazi, tornando a far vivere l’ex macello.

Sfortunatamente lo stabile mostra i segni degli anni, fa notare la consigliera Carlotta Vazzoler, anch’essa presente all’incontro, che auspica “si possa investire nella manutenzione straordinaria per il recupero anche dal punto di vista architettonico, prevedendo nei prossimi bilanci un impegno di spesa in questa direzione. Auspico che possa essere dedicata una maggiore attenzione al decoro degli spazi esterni tramite la disinfestazione dalle erbacce, la dipintura delle pareti anche interne, il trattamento di aree con muffa, e alcune opere interne di piccola manutenzione”.

Bellomo sull’argomento dichiara che “Il comune non ha al momento a disposizione fondi per intervenire sull’immobile avendo altre priorità da soddisfare ma se vi sarà la dimostrazione della sua funzionalità non è escluso che in futuro non si decida diversamente”.

Al via quindi diverse interessanti attività per bambini, ragazzi e adulti: musica, lingue, teatro, arti visive, attività motorie e sportive di diverso tipo e indirizzate a diverse fasce di utenti.

Le associazioni che prenderanno parte a questa prima fase sono: Nusica.org, Forme Art, il Pentagramma, Echidna, l’Università del tempo libero, Arti visive, ASD Centro Olimpia, Dauli Running insieme a Famiglie e Abilità.

Sara Zanferrari