Mirano: apre lo sportello degli animali

Il cane è il migliore amico dell’uomo. Chi ha un gatto in casa potrebbe però non essere d’accordo, è il piccolo felino il compagno ideale. C’è poi chi ama gli uccelli, i pesci e non potrebbe pensare di rinunciare alla loro compagnia. Ma le classifiche, come spesso accade, hanno poco senso. Ognuno ha il suo animale preferito ma, ciò che è importante, è che lo rispetti e non lo maltratti.

Gandhi diceva che: «La grandezza e il progresso morale di un popolo si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali».

Aggiungeva anche che: «Si può conoscere il cuore di un uomo dal modo in cui egli tratta gli animali». Purtroppo, spesso, si leggono di notizie di maltrattamenti. L’ultima, in ordine di tempo, e che ha avuto grande eco mediatico, è quella relativa a quel “personaggio” che ha lanciato in acqua il suo cane dopo averlo legato ad una pietra. Pizzicato dai carabinieri, l’uomo si è giustificato dicendo che il povero animale aveva paura di nuotare e che lui voleva semplicemente “convincerlo a fare il bagno”..

Non è purtroppo un caso isolato. Il maltrattamento di animali è una pratica aberrante e purtroppo diffusa. Per contrastare questo odioso fenomeno, a Mirano, in villa Belvedere, è stato aperto uno sportello dedicato agli animali. Un luogo nel quale le guardie zoofile, che da anni vigilano sul benessere e la tutela degli animali, dialogheranno con il pubblico. Si potrà accedere allo sportello per avere informazioni, porre domande o per segnalare situazioni di maltrattamento. Lo sportello sarà aperto ogni mercoledì, dalle 15 alle 18 e sarà contattabile anche al numero 041 5085951.

Lo sportello è stato aperto grazie al lavoro dell’Oipa Venezia e dell’Organizzazione Internazionale Protezione Animali che, in collaborazione con i Comuni del Miranese, hanno deciso di aprire una sede in Villa Belvedere. Le 22 guardie zoofile dell’Oipa, proseguiranno il lavoro di vigilanza e tutela svolto in questi anni, affiancati, come sempre, dalle forze dell’ordine.

Matteo Riberto