Pianiga. La Coop consegna un assegno all’Asd Cazzago

Si è tenuta nei giorni scorsi in Sala Consiliare a Pianiga la consegna della donazione derivante dai fondi raccolti dalla Coop Alleanza 3.0 per poter acquistare il materiale sportivo andato distrutto durante il Tornado dell’8 luglio 2015, a ricevere l’assegno il Vice sindaco Federico Calzavara e il Presidente dell’USD Cazzago Maurizio Gallo e il dirigente FCDolo Coletto Alessandro con la presenza dei consiglieri di zona di Coop Adriatica . Lo Stadio di Cazzago, infatti, è utilizzato dalle due Associazioni che da sempre lavorano in sinergia . La Presidente di Zona Manuela Campalto ha consegnato 6971.76 euro derivanti dalla raccolta che ha fruttato in totale 20885.00 e che è stata divisa in parti uguali tra i comuni di Dolo, Mirano e Pianiga. La Presidente sottolinea l’ importanza della valenza sociale delle attività sportive, ecco perché la scelta è ricaduta sulla necessità di ripristinare e mettere in sicurezza le attrezzature venute a mancare e che permetteranno ad un gran numero di ragazzi di usufruirne . Questa donazione è la dimostrazione concreta dell’unione tra la dimensione imprenditoriale e quella etica sociale . L’amministrazione ha sottolineato la forte gratitudine per il grande valore alla sensibilità dimostrata da tutta la Coop Alleanza 3.0 e i ai suoi soci che hanno scelto di devolvere in solidarietà i punti accumulati sulle loro carte socio. Nel suo intervento il Vice Sindaco spiega: “Si potranno ripristinare anche degli spogliatoi temporanei e sarà sistemato anche il manto verde in attesa che si sblocchi la situazione di stallo dovuta a cause di forza maggiore indipendenti dal volere dell’attuale Amministrazione, come si augura il Vice Sindaco di Pianiga, cosi da permettere poi di risistemare anche le tribune e la parte in muratura dello stadio attualmente completamente inagibile”. Ora si resta in attesa della prima partita segno tangibile che tutto sta ritornando alla normalità e per festeggiare la solidarietà che da sempre contraddistingue il nostro territorio e la Coop, perché di questo hanno bisogno i bambini e le loro famiglie.