A.A.A. Sindaco cercasi

Padova, una città in cerca di un sindaco

La campagna elettorale a Padova è già entrata nel vivo da parecchi giorni, sebbene la data delle elezioni non sia ancora stata fissata. All’ombra del Santo ogni giorno c’è una riunione, un incontro, il nome di un papabile,la conferma, la smentita, insomma tutto ciò che appunto contraddistingue una campagna amministrativa.
Tutto questo dopo la caduta di Bitonci avvenuta nella tarda serata del 12 novembre, con le dimissioni di 17 su 32 consiglieri tra i quali due esponenti di forza italia. È la fine dell’era Bitonci e l’inizio del commissariamento del Comune di Padova. A palazzo Moroni si insedia il commissario prefettizio Michele Penta, con il compito di traghettare la città fino alle nuove elezioni. Penta però lascia l’incarico a fine gennaio per “motivi personali” e gli succede Paolo De Biagi. Allora vediamo chi saranno i prossimi candidati che si contenderanno la poltrona a sindaco di Padova: Forza Italia e Lega confermano il loro sodalizio. Di nuovo tutti uniti ufficialmente nelsegno di Massimo Bitonci, come dire: basta “tradimenti” si va uniti per vincere”. Sull’accordo è intervenuto anche Niccolò Ghedini, coordinatore regionale di Forza Italia in Veneto: “Si chiude definitivamente una vicenda che mai sarebbe dovuta accadere e che certamente riporterà al governo della città un eccellente sindaco, Massimo Bitonci, che potrà efficacemente riprendere, insieme a Forza Italia, l’ottimo lavoro che si stava
svolgendo”. A farne le spese Marin, ormai ex coordinatore regionale dei FI per il Veneto,sacrificato alla causa e additato come uno dei congiurati che hanno fatto saltare Bitonci

 

Dall’altra parte l’ex presidente del Calcio Padova e attuale presidente d’Interporto scenderà in campo unendo liste civiche, fronte moderato di centrodestra e Pd. E poi c’è Jacopo Silva. Ingegnere, ex consigliere comunale della lista civica Ivo Rossi, si candida a sindaco con una lista civica. È in lizza, l’altro nome è quello di Giordani, per le primarie del centrosinistra che sceglieranno il candidato che correrà per la poltrona di primo cittadino.

C’è poi Coalizione civica, un nuovo soggetto politico lanciato da Padova 2020 e al quale hanno aderito Sinistra Italiana, ReteDem, Possibile, Rifondazione Comunista e alcuni esponenti di Legambiente e dell’Adl Cobas. Sceglierà il proprio candidato sindaco domenica 19 febbraio, tra Umberto Curi , Arturo Lorenzoni e Floriana Rizzetto.
Elezioni comunali 2017 a Padova, liste e candidati sindaco, tra gli outsider c’è infine Luigi Sposato, imprenditore, fondatore e presidente di Eurointerim spa, agenzia per il lavoro e da 30 anni docente al Miur. Si candida a sindaco con una propria lista. Insomma la partita è appena cominciata.

Giuliana Lucca