Abbattimento delle barriere architettoniche a Dolo

DOLO. E’ iniziato tutto a dicembre scorso con ‘SkarrozzanDolo’, una sorta di ‘passeggiata’ in centro a Dolo effettuata però su una sedia a rotelle, in modo da capire quali sono le difficoltà che quotidianamente si trovano a dover affrontare le persone con disabilità. Un’iniziativa partita dall’associazione di promozione sociale ‘Oltre il Muro’ di Pietro Martire, alla quale avevano partecipato anche Sindaco ed assessori della giunta dolese; un’occasione concreta per verificare l’accessibilità del Comune e visualizzare ostacoli e impedimenti che rendono poco accessibile o addirittura inaccessibile il paese ai propri abitanti. In tale occasione il Sindaco Alberto Polo era rimasto molto colpito dalla difficoltà di movimento incontrate, di una portata per certi versi forse inaspettata.

E dunque ora arriva la risposta: al via i lavori di manutenzione straordinaria per il progressivo abbattimento delle barriere architettoniche, grazie ad un piano messo a punto dal settore lavori pubblici del Comune. Si tratta di un impegno di spesa di 11.500 euro per un progetto che consentirà di risolvere i problemi legati alle rampe di alcuni passaggi pedonali.

Alla presentazione del progetto è intervenuto Pietro Martire, presidente dell’associazione Oltre il Muro, che ha dichiarato: “Ringrazio il Comune per la sensibilità dimostrata, e personalmente sono molto soddisfatto perché con la manifestazione del dicembre scorso è stato possibile far capire a tutti le problematiche che devono affrontare le persone che sono costrette a muoversi in carrozzella. Assieme all’iniziativa sui parcheggi, credo che questo risultato sia la dimostrazione di quanto importante sia l’associazionismo per il raggiungimento di traguardi importanti.”

Gli interventi cominceranno lunedì prossimo, saranno seguiti dal direttore del settore Lavori Pubblici, Maurizio Dittadi, e riguarderanno rampe di accesso ai marciapiedi, due interventi in via Cairoli, due in via Arino, due in Piazzetta degli Storti, due in via Guolo e due in via Foscarina. Verranno inoltre sostituiti i sassi che si trovano lungo la sede del Giudice di pace con del porfido.

L’amministrazione conta di completarli entro una settimana ed intende intervenire anche in altre zone del centro e nelle frazioni.

Sara Zanferrari