Il Cittadino

Amministrative, Gaffeo guarda al lavoro

Il candidato del centro sinistra: «bisogna fare squadra per creare lavoro in Polesine»

Rovigo. Il capoluogo del Polesine si prepara al voto del prossimo 26 maggio. Già vi avevamo parlato della lista del Movimento 5 Stelle. Ma anche il centro sinistra avvia la campagna elettorale. Alle prossime amministrative, il candidato sindaco Edoardo Gaffeo guarda al lavoro e allo sviluppo del territorio.

Amministrative Gaffeo guarda lavoro

Chi è Edoardo Gaffeo

E allora conosciamo il candidato. Edoardo Gaffeo si è laureato in Economia e Commercio a Bologna nel 1992 e ora lavora all’Università di Trento, dove insegna politica economica.

Ma prima di approdare a Trento, Gaffeo ha svolto diversi periodi di ricerca all’estero, in Inghilterra e in California, oltre che in Italia, a Udine e Roma, come funzionario del Centro Studi Confindustria.

Il centro sinistra unito con Gaffeo

E così qualche giorno fa Gaffeo si è presentato ufficialmente alla città e ha inaugurato la propria sede elettorale in Piazza Vittorio Emanuele II.

Le motivazioni

Gaffeo ha spiegato il perché della sua discesa in politica. «Rovigo ha bisogno che l’attenzione sia riportata verso le persone», afferma. «È questo il nostro primo imperativo: ascoltare, discutere e fornire i servizi necessari alle persone. Il tutto, però, con innovazione economica, politica e imprenditoriale».

L’unione

Intorno alla figura di Edoardo Gaffeo si è unito tutto il centro sinistra di Rovigo, che sta partecipando attivamente alla realizzazione del programma. «Vogliamo realizzare un sogno assieme alle persone che hanno deciso di condividere questa bellissima esperienza. Siamo riusciti a ricreare unità».

Amministrative Gaffeo guarda lavoro

Lavoro e impresa

La parola chiave per risollevare il Polesine è lavoro. «Il lavoro è fondamento e cardine dei primi articoli della Costituzione».

L’obiettivo

«Il nostro primo obiettivo – sottolinea – sarà migliorare il sistema organizzativo all’interno delle istituzioni al servizio del cittadino, perché grazie a una maggiore efficienza della macchina amministrativa l’intero tessuto economico e sociale cresca».

«Un’amministrazione comunale – conclude il candidato – non può promettere di creare nuovi posti di lavoro perché direttamente non è nelle sue possibilità. Ma, indirettamente, può fare moltissimo».

«Ci vogliamo impegnare – continua il candidato – per creare un piano di sviluppo industriale che coinvolga enti locali che operatori privati, coordinare le localizzazioni produttive e favorire internazionalizzazione e imprenditorialità giovanile».

Proposte concrete

Ma Gaffeo ha in mente delle proposte concrete. «Vogliamo – continua – migliorare il sistema della formazione professionale, in collaborazione con gli istituti tecnici superiori, agrari, CUR, associazioni di categoria e sindacati».

Il pensiero

Inoltre, nel suo pensiero anche una particolare attenzione al legame tra Rovigo e il suo territorio. Intende creare una rete di collaborazione con gli altri capoluoghi di provincia su progetti passibili di finanziamenti europei.

Zes

«Le agevolazioni previste nell’ambito delle cosiddette Zone Economiche Speciali rappresentano una importante opportunità di sviluppo», conclude il candidato. «L’amministrazione di Rovigo lavorerà per facilitare il coordinamento relativo alle zone».

Interporto

Infine una riflessione sull’interporto. «Va approfondito il ruolo dell’interporto, in termini di collegamento e coordinamento con le altre strutture logistiche».

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close