Anche il Comune di Musile introduce il Controllo del vicinato

Dopo aver scelto progetti diversi per assicurare una maggiore sicurezza ai cittadini, investendo sulla vigilanza notturna per il controllo di aziende, abitazioni e luoghi pubblici ed attivando l’assicurazione privata a basso costo per i danni da scasso, adesso l’amministrazione comunale ha deciso di aderire anche alle iniziative di sorveglianza con la partecipazione dei residenti. L’intenzione di avviare a Musile il Controllo del vicinato, presente in quasi tutti i Comuni del Basso Piave, era stata già prospettata dal sindaco Silvia Susanna nel maggio scorso, in occasione della presentazione della seconda fase del Progetto sicurezza in collaborazione con l’associazione Imprenditori per Musile, quando venne deciso di incrementare la presenza di una pattuglia di vigilanti da un’ora a sei ore per notte, eliminando i costi per i privati.

Il Progetto sicurezza era stato inaugurato nel 2013 dall’allora Giunta Forcolin con l’obiettivo di un controllo notturno delle aziende e degli edifici pubblici, a cui potevano iscriversi anche i cittadini, pagando poche decine di euro. Decidendo di ampliare il servizio, senza più costi per i cittadini, il Comune ha stanziato quest’anno 40mila euro per il servizio di vigilanza e ha prevssto di investirne 60mila nel 2018 e nel 2019.
L’esborso è stato criticato in consiglio dal gruppo d’opposizione Insieme per Musile, che ha più volte caldeggiato l’istituzione del Controllo del vicinato, ritenendolo preferibile soprattutto perché non ha costi per il Comune.

Pur ritenendolo un’iniziativa efficace, il sindaco Susanna ha sostenuto che il Controllo del vicinato non garantisce da solo una maggiore sicurezza, avanzando tuttavia la possibilità che venisse aggiunto alla vigilanza notturna e all’assicurazione agevolata, se i cittadini l’avessero richiesto. Le sollecitazioni sono arrivate con in testa il progetto dell’associazione Controllo del vicinato, in cui sono previsti anche incontri per informare gli abitanti sulle modalità di sorveglianza e sicurezza. Così nei giorni scorsi la Giunta Susanna ha deciso di dare il via al servizio anche a Musile.

G.N.P.