Borse di studio in Riviera del Brenta dal consigliere regionale Ferrari

CAMPONOGARA. Consegnate agli studenti meritevoli di 3^ media di cinque scuole della Riviera del Brenta le 24 borse di studio messe a disposizione dal consigliere regionale Franco Ferrari.

I contributi, pari a 200 euro ciascuno, denominati “Rapporto tra Istituzioni e Giovani”, sono stati ideati e finanziati dal consigliere per incentivare gli studenti ad accrescere il loro bagaglio culturale e sociale. «Ho fortemente voluto investire nei giovani – ha spiegato Ferrari alla consegna- a partire dalla scuola, per creare competitività culturale e far sentire importanti gli studenti che si impegnano nello studio. A tutti i premiati consiglio di continuare, con determinazione e passione, il loro percorso d’istruzione. Per il prossimo anno, inoltre, estenderò le borse di studio anche nelle scuole di Pianiga, Mira, Vigonovo, Stra e Fiesso D’Artico».

A sottolineare l’importanza delle borse di studio per studenti, è intervenuta anche la prof. Alessandra Artusi dell’Usr di Venezia: «Questa iniziativa ha un valore simbolico, oltre che concreto, importante perché va a valorizzare il merito degli studenti e, in particolare modo, di quelli delle scuole medie ai quali raramente viene data una gratificazione come questa, più spesso riservata a superiori ed università».

All’Istituto “Gramsci” di Camponogara sono stati premiati: Elena Tieri, Sofia Beo, Giulia Romanato, Gioia Lamjarred ed Emma Marchiori, a pari merito invece Federico Compagno e Davide Boscaro.

I vincitori della “Dogliotti” di Campagna Lupia sono: Andrea Massignan, Sara Leurda, Alice Righetto, mentre, all’Istituto di Campolongo Maggiore “Valeri” Sofia Casellato e Giulia Zanta.

Alla “Giuliani” di Dolo sono stati premiati: Angela Massaro, Giovanni Favaro, Elisa Favaro, Silvia Previati, Angela Gambillara e, in deroga la bando, la Commissione ha suddiviso il contributo per Valentina Sartori, Francesco Saltarelli e Francesco Cagnin.

Infine, alla “Galileo Galilei” di Fossò si sono aggiudicati la borsa di studio Giada Palasgo, Riccardo Fogarin e, a pari merito, Mattia Semenzato e Marta Donolato.

Gaia Bortolussi