Il Cittadino

Bosco del Parauro: basta una firma

Firmare per il bosco, per dare il proprio supporto alla battaglia degli ambientalisti. Che non mollano. E adesso lanciano una raccolta firme per invitare la cittadinanza a sostenere la loro proposta di ampliare il bosco del Parauro.

Tutto è cominciato qualche mese fa, quando l’Ipab Mariutto ha messo in vendita un terreno di sua proprietà in via Zinelli, adiacente al bosco del Parauro.

Subito si sono mosse le associazioni ambientaliste del territorio per chiedere al Comune di acquistare quei terreni e ampliare così uno dei polmoni verdi di Mirano, scongiurando l’acquisto da parte dei privati e il rischio cementificazione.

Diverse le iniziative messe in piedi dagli ambientalisti per allargare il bosco, culminate in una marcia lungo il Parauro e il terreno della sua possibile espansione. Marcia a cui parteciparono circa 300 cittadini.

Anche alla luce della mobilitazione, l’amministrazione, qualche settimana fa, ha quindi manifestato il suo interesse all’acquisto dell’area. La sindaca Maria Rosa Pavanello ha spiegato che il Comune non ha però le risorse per comprare autonomamente l’area (780 mila euro) perché impegnato in altre spese, tra cui l’adeguamento sismico delle scuole. Ma la sindaca ha assicurato il suo impegno a trovare partner disposti a cofinanziare l’acquisto (vedi Città Metropolitana o Regione). E così il Mariutto, dopo l’interesse manifestato dal Comune, ha dato priorità al pubblico congelando la possibilità di acquisto per i privati.

Ambientalisti soddisfatti? Macché. Il Mariutto ha infatti congelato la vendita solo fino al 2 settembre. Insomma, il Comune ha tre mesi per trovare un partner disposto all’acquisto. E sembra difficile che nei mesi estivi l’amministrazione possa convincere Città Metropolitana o Regione a sostenere il progetto: i tempi appaiono stretti.

Una raccolta firme per il bosco

Così gli ambientalisti hanno deciso di scendere in campo di nuovo. Chiedono supporto alla cittadinanza attraverso una raccolta firme per sostenere l’ampliamento del Parauro. Una raccolta firme che, se contasse buoni numeri, difficilmente potrebbe essere ignorata dal Comune.

Italia Nostra, Legambiente, WWF, Valore Ambiente ,Comitato di Quartiere Via Luneo, sono le associazioni in prima linea per sostenere la proposta di Ampliamento del Bosco. Hanno promosso infatti una raccolta firme nella quale si chiede ai cittadini di Mirano di sottoscrivere la seguente richiesta:

“L’amministrazione Comunale di Mirano concretamente si impegni contro il cambiamento climatico e per il miglioramento della qualità ambientale acquistando, in tempi brevi e certi, i terreni messi in vendita dall’Ente Mariutto adiacenti al Bosco del Parauro.Si realizzerebbe un significativo ampliamento del Bosco del Parauro con importanti e benefiche ricadute sul territorio comunale.”

Sono previsti dei punti per la raccolta firme secondo il seguente programma: sabato 8 giugno a Luneo,  Centro civico Masenello e Piazza Aldo Moro;  domenica 9 giugno in Piazza Martiri e lunedì 10 giugno nel mercato Piazza Martiri.

M.B

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close