Cambio della guardia all’Agenzia delle entrate

Il governo, come era atteso, ha avviato la procedura per la nomina di Ernesto Maria Ruffini, attuale amministratore delegato di Equitalia, a capo della macchina del fisco, che dal primo luglio ingloberà anche le attività di riscossione. Finisce quindi, dopo appena un mandato, l’era di Rossella Orlandi. Per lei si parla già di un nuovo incarico che le permetta di continuare a lavorare sul nuovo verso dell’amministrazione finanziaria. Quel “fisco amico” fortemente voluto da Matteo Renzi, e che ha preso forma soprattutto con la dichiarazione dei redditi precompilata e con la fatturazione elettronica.

Al nuovo ente economico Agenzia delle Entrate Riscossione, Ruffini porterà l’esperienza della ultima mega-operazione di rottamazione delle cartelle fiscali ma anche dei profondi cambiamenti impressi all’ente della riscossione. Con la sua gestione c’è stata un’accelerazione verso il digitale e verso una maggiore attenzione
alle esigenze dei cittadini, dalla cartella amica che dà direttamente le istruzioni per le rate, al recente servizio “Sms – Se mi scordo”, per ricordare i pagamenti in scadenza. L’addio ufficiale a Equitalia arriverà il primo luglio, quando scatterà l’integrazione con l’Agenzia.

C.C.